Home / News / News Serie TV / Dai Comics alla TV / X-Men: Fox al lavoro per portare in TV la serie
x-men

X-Men: Fox al lavoro per portare in TV la serie

La lunga gestazione del progetto di X-Men della Fox si sta avvicinando sempre più alla realtà. Il network, infatti, ha fatto ufficialmente l’ordine per il pilot e assunto per la scrittura il creatore di Burn Notice, Matt Nix.

Lo Untitled Fox Marvel project si concentrerà su due genitori normali che scoprono che i loro figli sono in possesso di poteri mutanti. Costretti a fuggire da un governo ostile, la famiglia si unirà alla rete sotterranea dei mutanti e dovrà combattere per sopravvivere.

Lo scorso agosto, la co-presidente della Fox, Dana Walden, ha confermato che la rete era “in trattativa con la Marvel” per far diventare gli X-Men un prodotto seriale. Per quanto riguarda un potenziale conflitto con la Marvel, che alla fine è pur sempre proprietà della Disney, padrona anche di ABC, Walden ha detto che “i personaggi del franchising X-Men, sono con la Fox dal lato cinematografico, quindi, non includeremo personaggi che invece siano a ABC con la Disney “.

Le dichiarazioni del network e della Marvel.

x-men“Lo sviluppo di una proprietà Marvel è stata una priorità assoluta per la rete e siamo quindi soddisfatti di come Matt Nix ci ha portato in questo universo emozionante”, ha detto il presidente di Fox David Madden in un comunicato. “C’è l’avventura dei comics, relazioni affettive complicate e una ricca mitologia esistente da cui attingere. Con la brillante squadra di produzione alla base di questo progetto, possiamo dire che ci sono tutte le caratteristiche di una grande, divertente ed eccitante nuova serie. “

Jeph Loeb, capo della Marvel Television ha aggiunto: “Marvel Television è entusiasta di essere co-produttrice con la 20th Century Fox Television per questo nostro primo progetto.”

Oltre a scrivere la sceneggiatura del pilot, Nix sarà anche produttore esecutivo al fianco di tre veterani dei film della saga di X-Men: Lauren Shuler Donner, Bryan Singer e Simon Kinberg.

I rischi della serie.

X-Men si porta dietro un grande hype perchè, sostanzialmente, ha una grande idea alla base. La prima trilogia cinematografica rispecchia questa idea di fondo e la gestisce molto bene, con una storia organica e avvincente. Purtroppo, dopo la trilogia iniziale, sinceramente i film successivi sono diventati un prodotto molto basico, utile solo a fare incassi e vedere gadget, ma di qualità autoriale nulla. Come sarà la serie? Il fatto che sia su Fox depone molto male, vista la quasi nulla qualità del network, il fatto che sia una serie e quindi abbia spazi maggiori che il cinema, invece, da buoni segnali. Come sarà? Temo che solo vedendolo lo scopriremo, oppure ve lo diremo noi dopo la visione del pilot.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *