Home / News / Alessia Gazzola: un nuovo thriller, Un po’ di follia in primavera
alessia gazzola

Alessia Gazzola: un nuovo thriller, Un po’ di follia in primavera

follia a primaveraAutorice: Alessia Gazzola
Titolo: Un po’ di follia in primavera
Editore: Longanesi
Lunghezza: 350 pagine
Costo: 17.60€
In libreria da: settembre

Quella di Ruggero D’Armento non è una morte qualunque, a partire dall’arma del delitto, uno strumento a dir poco inusuale per un omicidio. E anche perché Ruggero D’Armento non è un uomo qualunque ma uno psichiatra molto in vista, studioso e luminare dalla fulgida carriera accademica e dalla personalità carismatica e affascinante. Alice Allevi se lo ricorda bene, dagli anni di studio e dai seminari che ha frequentato con grande interesse, catturata dal magnetismo di quell’uomo all’apparenza rude ma in realtà capace di conquistare tutti con la sua competenza e intelligenza. L’indagine su questo omicidio è impervia e delicata persino per Alice, ma per fortuna la sua vita sentimentale non lo è più. Sì, perché Alice ha fatto una scelta. Ma sarà quella giusta?
Alessia Gazzola medico chirurgo specialista in medicina legale, è nata nel 1982 a Messina, dove vive e lavora. Ha esordito nella narrativa con il romanzo L’allieva (Longanesi 2011), che ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano – e a quello dei principali Paesi europei dove è uscito – un nuovo e accattivante personaggio, Alice Allevi. Alice è ancora al centro del secondo romanzo, Un segreto non è per sempre, del prequel Sindrome da cuore in sospeso (entrambi usciti presso Longanesi nel 2012), del terzo romanzo, Le ossa della principessa (Longanesi 2014) e di Una lunga estate crudele (Longanesi 2015).

«La trama coinvolge, lo stile è vivo, si sorride e si ride,
e poi si legge d’un fiato.»
Alicia Giménez Bartlett

 

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

longanesi

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.