Home / Festival del Cinema / Trieste Science+Fiction Festival: Dario Argento presenta Zombi in 4K
trieste science+fiction zombi

Trieste Science+Fiction Festival: Dario Argento presenta Zombi in 4K

Al Trieste Science+Fiction Festival, Sci-Fi Classix è la sezione dei grandi classici del cinema di genere in nuove edizioni restaurate e rimasterizzate riportate in sala del Trieste Science+Fiction Festival. L’evento speciale è fissato per sabato 5 novembre: Dario Argento presenterà il restauro in 4K di Zombi (Dawn of the Dead) di George Romero, nella versione montata e curata all’epoca dal maestro del brivido italiano per il mercato europeo e con le musiche dei Goblin.

Zombie al Trieste Science+Fiction Festival

trieste science+fiction zombiPresentato in anteprima al più recente Festival di Venezia, Zombi (meglio noto con il titolo Dawn of the Dead) è considerato un capolavoro mai dimenticato. Firmato da George Romero nel 1978, torna in tutto il suo splendore grazie a questa versione ad altissima definizione. “Il film è lo stesso, gli attori sono gli stessi, l’ambientazione è identica. Ma il film si vede molto meglio”. Parola di Dario Argento, che di quest’opera diventata subito cult del genere fu non solo produttore e distributore della versione europea, ma contribuì anche alla realizzazione in tutte le sue parti (sceneggiatura, colonna sonora, montaggio). “Mi ricordo l’anteprima italiana del film a Torino. Fu un grande successo. La sala era piena…ricordo le grida del pubblico, sembrava un concerto rock… fu bellissimo!“.

Gli zombie sono i protagonisti indiscussi – assieme ai replicanti – di questa edizione, perché – spiega il regista di Profondo rosso– “c’è una certa spietatezza di vita, una certa disumanità, che rende gli zombie molto più attuali di quanto si pensi. Le paure di oggi sono diverse, sono paure del terrorismo o paure delle violenze sulle strade. Ma le paure più profonde sono rimaste sempre le stesse. Sono quelle che vengono da dentro, dalle nostre profondità, dal nostro subconscio.”

Zombie e la critica sociale

TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVALIl secondo capitolo, dopo La notte dei morti viventi (1968), della celebre quadrilogia di George A. Romero non tratta più il fenomeno del razzismo, ma si concentra piuttosto sulla società dei consumi, di cui fa una critica impietosa. Pellicola attualissima, Zombi racconta la storia di quattro sopravvissuti, che decidono di barricarsi dentro un centro commerciale, dove però gli zombie, per coazione a ripetere, continuano ad affluire… “Ma perché ritornano in un grande magazzino?” – chiede una delle protagoniste al suo fidanzato. E lui le risponde: “Deve essere puro istinto, il ricordo di quello che erano abituati a fare. Era un posto importante quando erano vivi”. Capolavoro assoluto, incapace di invecchiare.

Appartengono alla sezione Sci-fi Classix anche tre grandi classici delle cinematografie d’oltre cortina: il pionieristico film di Jindřich Polák Ikarie XB 1, e due capolavori della fantascienza sovietica come Per aspera ad astra di Ričard Viktorov e il celebre Solaris di Andrej Tarkovskij

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: TS+F

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *