Home / Netflix / Star Trek: posticipata la messa in onda della serie di Fuller
star trek discovery

Star Trek: posticipata la messa in onda della serie di Fuller

Star Trek sta ripartendo, ma arriverà sfortunatamente un po’ in ritardo. Se la CBS aveva dato la buona notizia dell’anticipo di The Good Wife, in concomitanza, ha anche fatto sapere che la nuova Star Trek Discovery inizierà qualche mese dopo quanto annunciato in precedenza.

Il network americano ha infatti annunciato questa settimana che, a cause di enormi richieste di produzione, il progetto, inizialmente fissato per gennaio, verrà posticipato a maggio, con il ben noto sistema di trasmettere il pilot sulla rete broadcast per poi spostare la trasmissione dell’intera serie su CBS All Acess.

Le dichiarazioni dei creatori di Star Trek

star trekIn una dichiarazione congiunta i produttori esecutivi Alex Kurtzman e Bryan Fuller hanno detto: “Riportare Star Trek in televisione è una grande responsabilità e ci affida una missione particolare: ricollegare allo stesso modo i fan vecchi e nuovi di questa serie che ha alimentato la nostra immaginazione fin dall’infanzia.”

“Vogliamo sognare in grande” continuano ” e questo implica dover fare un gran lavoro nella costruzione e nella post produzione, tanto da poter soddisfare ogni possibile richiesta e, nello stesso tempo, essere certi che la data di messa in onda non sia un vincolo che ci costringa a rinunciare a lavorare in un determinato modo.”

“Abbiamo discusso con i nostri partner alla CBS e sono stati tutti d’accordo. Star Trek merita il meglio e questi pochi mesi di ritardo ci aiuteranno a raggiungere quegli obiettivi che ci renderanno orgogliosi del nostro lavoro.”

Un nuovo mondo per Star Trek

Il presidente della CBS, Savid Stapf, ha aggiunto: “il modello di serie e gli script che Alex e Bryan ci hanno consegnati sono incredibilmente vividi e convincenti. Hanno un progetto molto ambizioso e stanno costruendo un mondo nuovo per Star Trek in televisione. Tutte le persone coinvolte sono assolutamente d’accordo di dargli il tempo necessario a realizzare quella storia che noi abbiamo amato, quando l’abbiamo letta.”

Vi ricordiamo, inoltre, che la serie, in Italia, verrà trasmessa da Netflix.

Fonte: Hollywood Reporter

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

 

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *