Home / Netflix / Spike Lee e Netflix insieme per una serie di 10 episodi
Spike Lee

Spike Lee e Netflix insieme per una serie di 10 episodi

She’s Gotta Have It è il risultato del binomio Spike Lee e Netflix e consisterà in una serie da 10 episodi.

Spike Lee rivisita se stesso

Spike Lee ha ripreso una delle sue opere prime per realizzare questa serie. Ci riferiamo a Lola Darling (She’s Gotta Have It), un Spike Leesuo film di debutto del 1986 per il quale aveva ricevuto molte critiche. Al tempo era stato presentato al Festival di Cannes e aveva ottenuto un riconoscimento (Le prix de la Jeunesse), segnando in modo definitivo e puntuale l’esordio del giovane regista, che compariva anche come protagonista. Il primo lungometraggio da lui realizzato (Joe’s Bed-Stuy Barbershop: We Cut Heads) era stato invece concepito come sua tesi di laurea.

Il progetto era già stato mostrato alla Showtime. Spike Lee dirigerà personalmente ogni singolo episodio e avrà al suo fianco come produttrice esecutiva la sua stessa moglie, Tonya Lewis Lee.

La trama

La serie non si discosterà molto dal soggetto originale, incentrato sulla giovane artista di Brooklyn Nola Darling. Una donna alla ricerca di se stessa. Nola divide il suo tempo tra gli amici, il lavoro e i suoi tre amanti. Il cast è ancora work in progress ma già ci aspettiamo molto dal regista della 25° Ora.

“She’s Gotta Have It occupa un posto speciale nel mio cuore. Lo abbiamo girato in 12 giorni, nella calda estate del 1985. […] In occasione del suo trentesimo anniversario abbiamo l’opportunità di rivisitare quel personaggio memorabile che è sempre rilevante e avant-garde anche a tre decenni di distanza.”

Queste sono state le parole entusiaste di Spike Lee all’indomani dell’accordo con Netflix. Siamo fiduciosi che un regista come lui, sfacciato, provocatore ma pieno di talento possa fare ancora una volta un ottimo lavoro.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook.

Fonti: Tv Line, IMDb

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *