Home / News / Mr. Robot: Elliot Alderson come Luke Skywalker
mr. robot

Mr. Robot: Elliot Alderson come Luke Skywalker

Attenzione: questo articolo contiene SPOILER

La prima stagione di Mr. Robot ha avuto uno strepitoso successo sia negli Stati Uniti che a livello internazionale, grazie alla storia dell’hacker Elliot Alderson, un ragazzo di New York artefice della caduta di una delle più grandi aziende di tutto il mondo, la E-Corp, con l’aiuto di Mr. Robot e della Fsociety, Elliot.

mr. robotAd affascinare più di ogni altra cosa, nella prima stagione, è stato il mondo di intrighi a cui non si può sfuggire. La seconda stagione si avvicina e si annuncia (o si spera che sia) uguale o migliore. Angela è una spia? Saranno in grado di trovare la Fsociety? Ci sono molte domande ancora che devono trovare risposta. Tuttavia, oggi, vediamo un po ‘di più su quello che hanno detto Sam Esmail e Rami Malek sulla seconda stagione.

Il creatore della serie Sam Esmail si considera un geek e così ha fatto un confronto tra Elliot Alderson e Luke Skywalker. “Nal primo capitolo di Star Wars (il primo film degli anni 70, n.d.r.) molto spazio viene dedicato alla descrizione dell’universo narrativo e all’introduzione dei personaggi, mentre nel secondo Luke perde i suoi zii e si ritrova senza una casa. Inizia così il viaggio per trovare il suo posto nel mondo. Ecco dove si trova ora Elliot”.

Dopo aver aiutato la Fsociety ad abbattere la E-Corp, l’ultima cosa che abbiamo visto di Elliot è stato il suo attacco del quale non ricorderà nulla. Per via delle sue tendenze di dipendenza e depressione, ci si può aspettare che gli costerà molto riprendersi dagli eventi della scorsa stagione, tuttavia, sospettiamo dovrà farlo velocemente se vuole uscire dal caos in cui si è messo. “All’inizio è un personaggio con dei grossi problemi a livello psicologico”, ha detto Malek parlando di come sarà il suo personaggio all’inizio della seconda stagione . Che cosa accadrà? Mr. Robot torna 13 luglio negli Stati Uniti e qui sotto trovate il promo della seconda stagione.

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.