Home / News / L’uomo che cadde sulla terra: restaurato in 4K
L'uomo che cadde sulla terra

L’uomo che cadde sulla terra: restaurato in 4K

Come il mondo del rock non ne avrebbe mai avuto abbastanza di David Bowie, L’uomo che cadde sulla terra è cult intramontabile con Bowie attore. I grandi schermi chiamano a gran voce il ritorno di Mr. Newton, invitandolo a cadere nuovamente nelle grandi sale.

Un regalo per l’anniversario

In occasione del quarantesimo anniversario, a L’uomo che cadde sulla terra di Nicholas Roeg è stato riservato un trattamento speciale. Il cult fantascientifico che vede la più interessante performance di Bowie è stato restaurato in 4K. Cosa comporta questo restauro? Il 4K è il passo successivo all’HD e il suo nome ufficiale sarebbe Ultra HD. Il lavoro di miglioramento estremo della pellicola sta per essere ultimato dalla StudioCanal.

Ve lo ricordate?

Probabilmente la recente scomparsa di uno dei mostri sacri del rock avrà spinto molte persone a rivedere L’uomo che cadde sulla terra ma è bene riportare due parole sulla trama. David Bowie interpreta il personaggio di Mr. Newton, un alieno antropomorfo in missione sulla terra per riportare l’acqua sul suo lontano pianeta. In poco tempo, data la sua sconfinata competenza tecnologica, diventa ricchissimo e progetta un modo per tornare dalla sua famiglia. Purtroppo le cose per lui si complicano, ma per saperne di più vi rimandiamo direttamente alla visione del film.53297_ppl

L’uomo che cadde sulla terra uscì nel 1976 e si ispira all’omonimo romanzo di Walter Tevis. Fu il film d’esordio per David.

Restaurato dalla Deluxe London, il progetto è iniziato nel 2015, con l’approvazione del direttore della fotografia Anthony Richmond. Verrà proiettato nei teatri il 9 Settembre.

Ammesso che il mondo della tecnologia si sta sviluppando in maniera esponenziale, c’è da chiedersi tuttavia quanto sia giusto restaurare così drasticamente. Una pellicola del genere ha il suo fascino anche nel suo aspetto imperfetto che lo fa appartenere alla sua epoca. Come molti film restaurati, il rischio è sempre quello che venga meno l’autenticità originaria. Ma infondo, chi siamo noi per giudicare queste scelte? Rimaniamo comunque curiosi di vedere il risultato finale.

Per restare aggiornato sulle novità del mondo dello spettacolo, seguici su Facebook.

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.