Home / News / Le 5 scene hot più belle della storia del cinema
Ultimo tango a Parigi

Le 5 scene hot più belle della storia del cinema

Passiamo oggi in rassegna le 5 più belle scene hot che abbiamo visto al cinema: rapporti clandestini e fugaci, romantici e passionali, espliciti o appena accennati, sono spesso fulcro dell’intera vicenda, snodo essenziale dello sviluppo di trama e personaggi. Ma non tutte le scene hot sono uguali: a volte sono il pretesto per innestare una riflessione più ampia, altre solo un riempitivo di una sceneggiatura fiacca, spesso sono semplicemente indimenticabili.

Eyes Wide Shut

Eyes Wide Shut

Sogno o realtà? Si gioca su questa ambivalenza l’ultimo capolavoro del Maestro Stanley Kubrick. E se è vero che “nessun sogno è mai soltanto sogno” è vero anche che il sesso non è soltanto sesso. Non lo è per Nicol Kidman e Tom Cruise, al tempo realmente sposati, che Kubrick mette letteralmente a nudo davanti a uno specchio, costringendoli ad un viaggio nei personaggi ed inevitabilmente nel loro matrimonio, in una delle scena più intimamente reali del Cinema. E non lo è nelle ampie sequenze orgiastiche della festa in maschera, quando i rapporti sessuali si spogliano di qualunque connotazione legata al desiderio, alla passionalità per diventare simulacri di questi ultimi, stanchi e vuoti rituali da reiterare all’infinito.

Il postino suona sempre due volte

Il postino suona sempre due volte

Nella California della Grande Depressione Frank trova lavoro in una tavola calda, seduce la moglie del proprietario e architetta con lei l’uccisione del marito. Inizia con un gioco di sguardi la relazione tra Jack Nicholson e Jessica Lange, lui sbandato che vive di espediente e lei casalinga frustrata da un matrimonio con un uomo anziano che non ama. Si attraggono fatalmente, si avvicinano inevitabilmente, si uniscono furiosamente in una delle sequenze hot più famose del cinema: su quel tavolo da cucina, tra utensili e farine, non c’è la morbosità in scena, c’è la rappresentazione della malinconia attraverso l’eros, della passione, anche violenta e travolgente, come volàno per una nuova rinascita.

Ultimo tango a Parigi

Ultimo tango a Parigi

Un appartamento, Parigi, un uomo e una donna, due sconosciuti, nessun nome, nessun passato e nessun futuro, solo il presente, il corpo, la passione. Da quel primo improvviso rapporto in piedi, alle proverbiali e iconiche scene di Brando con il burro, Ultimo tango a Parigi è esempio magistrale di come usare l’erotismo per raccontare la solitudine dell’ uomo e la sua distanza, la sua estranietà rispetto al mondo e all’altro sesso. Censurato, processato, sequestrato, il film è un manifesto di libertà artistica che ha suscitato un’eco talmente vasta da diventare vero e proprio fenomeno di costume. Arrivano fino ai giorni nostri le polemiche sulla presunta violenza, psicologica e non, di Brando e Bertolucci su Maria Schneider nell’atto di girare la famosa scena.

Basic Instinct

Basic Instinct

Film record di incassi negli anni ’90, la scena dell’interrogatorio con l’ accavallamento di gambe più celebre della storia del cinema, una sceneggiatura tanto debole che viene quasi da pensare che serva solo da pretesto alle scene hot. E, a dire il vero, di scene bollenti se ne trovano più di una, a cominciare da quella iniziale con annesso assassinio, alcune forse più di contorno e d’attesa sulla strada che porta il film all’amplesso più atteso, quello tra Sharon Stone e Michael Douglas. Rapporti torbidi, ambigui, in cui poliziotto e assassino spesso si scambiano e si confondono, in cui non sai mai se sotto al cuscino si può nascondere un punteruolo o l’ultimo afflato di una passione travolgente.

A History Of Violence

A History Of Violence

Il miglior Cronenberg dei tempi recenti. Un passato che ritorna in un presente in cui nulla è come sembra. Tom è un uomo tranquillo, gestisce una tavola calda, ha una moglie e due splendidi figli. Tom ha un segreto. Tom vede la sua vita disgregarsi davanti ai suoi occhi a causa di quel segreto. Sua moglie non riconosce più l’uomo che ha davanti, non si fida più di lui, ma sta al suo fianco se è necessario mentire allo sceriffo. Lei tenta di sfuggirgli, lui le corre dietro, tenta di afferrarle per un braccio, lei si divincola, lo respinge con violenza; e lui l’afferra, sulle scale: si rotolano, la preda e il carnefice, lottando, fino a che le loro bocche si incontrano per non lasciarsi più e inizia un amplesso rapido, fugace, selvaggio, lì sulle scale.

Qual è la scena hot che vi è rimasta più impressa? Quale quella per voi più deludente? Che apprezziate di più uno sguardo autoriale o un taglio più diretto, le 5 scene prese in considerazione si stagliano a pieno diritto, per diversi motivi, nella storia del Cinema: ci hanno fatto palpitare, reso partecipi di un momento di passione che smette di essere solo visione e si fa esperienza. È la potenza del Cinema e per questo non smettiamo di amarlo.

About Giovanni Luca Buscemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.