Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / American Gods: la prima foto di Bilquis, dea dell’Amore
american gods

American Gods: la prima foto di Bilquis, dea dell’Amore

Ecco qualcosa che i fan di American Gods non possono che “amare”. Ossia la prima foto ufficiale, rilasciata da Starz lunedi di Yetide Badaki nei panni di Bilquis, antica dea dell’amore, che “desidera ardentemente che rinasca il culto a lei ispirato in epoche ormai lontani, ed è desiderosa di trovare la stessa importanza nel mondo di oggi.”

american gods

Basato sul romanzo di Neil Gaiman del 2001, l’imminente serie di Starz racconta della guerra tra tra i vecchi e nuovi dei. Il vecchio pantheon si sente messo in ombra dai nuovi arrivati che riflettono l’ossessione della società moderna per denaro, droga, celebrità. Ricky Whittle (The 100) sarà Shadow Moon, un ex detenuto che diventa la guardia del corpo di Mr. Wednesday (Ian McShane, Deadwood), un vecchio dio che cerca di costruire un esercito per abbattere il nuovo regime.

Il resto del cast di American Gods

Ulteriori star saranno Gillian Anderson (X-Files) nel ruolo di Media, Jonathan Tucker (Kingdom), Pablo Schreiber (Orange is the new Black) nel ruolo di Mad Sweeney e Cloris Leachman (Raising Hope) che interpreterà Zorya Vechernyaya.

La scorsa settimana era stato annunciato anche l’ingresso nel cast di Dane Cook. Attore comico (WorkaholicsLouie e Hawaii Five-0) Interpreterà Robbie, il migliore amico di Shadow e proprietario della palestra Muscle Farm. Robbie è sposato con Audrey, la migliore amica della moglie di Shadow, Laura (interpretata da Emily Browning – Sucker Punch).

American Gods è stato sviluppato per Starz da Bryan Fuller (Hannibal, Pushing Daisies) e Michael Green (Heroes, Everwood).

E l’hype continua a salire, imperterrito. Ce la faremo ad arrivare al 2017, ancora sani di mente?

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *