Home / News / News Serie TV / Dai Comics alla TV / Gotham: ad un villain verrà data una storia nuova
gotham

Gotham: ad un villain verrà data una storia nuova

Gotham sta raccontando, lentamente, come Bruce Wayne sia diventato Batman, ma sono i villain a rubare la scena costantemente. La maggior parte di questi cattivi sono ancora persone “normali. Un giorno diventeranno dei colorati super cattivi dei fumetti. Alcuni già lo sono, ma ci sono principalmente in Gotham una serie di figure del crimine organizzato. Tra i più noti Carmine Falcone, e nella terza stagione la stella di Broadway James Carpinello interpreterà suo figlio, Mario, anche se questa versione del personaggio avrà alcune differenze notevoli rispetto al suo omologo dei fumetti.

Il nuovo Mario

148980745JM00108_2012_SummeNei fumetti, Mario prima cerca di dare legittima alla sua vita, gestendo una compagnia di navigazione ma, alla fine, torna al modo criminale. Tuttavia, TV Line riporta che il Mario di Gotham sarà un rispettato medico del pronto soccorso, istruito nelle migliori università americane. Un bravo ragazzo a tutto tondo e, quindi, la pecora nera della famiglia Falcone. Tuttavia, quando arriverà a Gotham City, la sua presenza avrà effetti negativi sulla relazione di Jim con Lee Thompkins. Carpinello è l’ultimo attore ad essere stato aggiunto alla terza stagione di Gotham, dopo Jamie Chung come Valerie Vale e Maggie Geha come un invecchiata Poison Ivy.

Il personaggio dei fumetti

La prima apparizione di Mario nei fumetti era in Batman: Dark Victory, il sequel di Batman: The Long Halloween. Anche se all’inizio era un personaggio chiave nella famiglia Falcone, dopo essere stato deportato in Italia, si allontanò dalla famiglia. Quando suo fratello Alberto, il serial killer Holiday, venne rilasciato dal Manicomio di Arkham, a Mario fu concesso di tornare per prendersense cura. Una volta a casa, come detto, tornò a gestire la compagnia di navigazione come business legittimo, ma gli eventi di Dark Victory lo resero folle. Tornò ad essere un criminale e venne ucciso da Two Faces.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *