Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Fuller House: Netflix rinnova lo show per la terza stagione
fuller house

Fuller House: Netflix rinnova lo show per la terza stagione

Netflix continuerà a farci seguire gli affari della famiglia Tanner-Fuller, grazie al rinnovo di Fuller House per la terza stagione. La notizia è stata annunciata la vigilia di Natale sui social media ufficiali dello show.

Fuller House

La serie continua le avventure che hanno avuto inizio nel 1987 in Full House, con la veterana D.J. Tanner-Fuller (Candace Cameron) che riprende il suo ruolo della serie originale.

Il curioso parallelo, nonché ribaltamento della prospettiva, sta nel fatto che la serie di fine anni ’80, Full House (in Italia Gli amici di Papà) aveva come plot, sostanzialmente, la storia di un giovane padre che rimaneva vedovo con tre figlie femmine e che veniva aiutato da suo cognato e da altri amici.

A quasi trent’anni di distanza, una delle figlie, per l’appunto D.J. Tanner-Fuller, anche lei rimasta recentemente vedova con tre figli maschi (ed in questo caso la serie Fuller House in Italia viene ripresa col titolo Le amiche di Mamma) e viene supportata dalla sorella minore, nonché aspirante musicista Stephanie Tanner (Jodie Sweetin) e dalla sua migliore amica di una vita, madre single Kimmy Gibbler (Andrea Barber), che, insieme all’esuberante figlia adolescente, Ramona, si trasferisce a casa di D.J. per aiutarla a prendersi cura dei suoi tre ragazzi.

La serie, ambientata a San Francisco, è stata prodotta a livello esecutivo da Bob Boyett e Jeff Franklin, per la produzione della Miller-Boyett Productions e Jeff Franklin Productions in associazione con la Warner Horizon Television.

Tra il cast, oltre alle tre attrici menzionate prima, troviamo anche Michael Campion, Elias Harger, Soni Nicole Bringas, Dashiell e Fox Messitt, Juan Pablo Di Pace, Scott Weinger, John Brotherton, e Ashley Liao.

La seconda stagione da 13 episodi è stata rilasciata da Netflix il 9 dicembre 2016.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Twitter

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *