Home / News / Top of the lake:immagini e cosa sappiamo della seconda stagione
top of the lake

Top of the lake:immagini e cosa sappiamo della seconda stagione

Top of the Lake era valso la prima vittoria al Golden Globe per Elisabeth Moss e la sua interpretazione della Detective Robin. Ora l’attrice ha ripreso il ruolo per il quale era stata premiata nella seconda stagione dello show, che si svolgerà a quattro anni di distanza dagli avvenimenti della prima.

Top of The Lake, la prima immagine

Sundence TV ha rilasciato la prima immagine (sotto) in cui si vede la Moss che torna al lavoro. La prima stagione, accolta calorosamente dalla critica, anche rimanendo una serie di nicchia a livello di pubblico, scritta da Jane Campion ha raccontato del ritorno al paese natio in Nuova Zelanda, della Detective Robin, e della scomparsa di una ragazza dodicenne locale.

top of the lake

La seconda stagione, invece, si svolgerà a Sidney, e si concentrerà sull’indagine sulla morte di una ragazza il cui corpo non identificato viene portato dalla corrente fino a Bondi Beach, rinomata località balneare appena fuori Sidney.

Nella seconda stagione ci sarà anche la partecipazione di Nicole Kidman, come precedentemente da noi riportato, e dell’attrice di Game of Thrones, Gwendoline Christie.

Top of The Lake, per la sua prima stagione, era stato nominato per ben otto Emmy Awards, portando a casa il premio come miglior fotografia. La Campion dirigerà anche la seconda stagione che esordirà nel 2017.

Elisabeth Moss

Elisabeth Moss è entrata nell’iconografia della TV per Mad Men, per poi confermare la sua classe proprio con la serie della Campion. Nel 2017, oltre alla seconda stagione di Top of The Lake, la vedremo anche come protagonista dell’attesissimo The Handmaid’s Tale, adattamento del libro omonimo (I racconti dell’ancella in italiano), serie di cui abbiamo più volte parlato in questo sito. Recentemente al cinema l’abbiamo vista anche nel bel High-Rise (lo scorso anno a Torino) e in Bleeder (quest’anno a Venezia).

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.