Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / The Handmaid’s Tale: la serie rinnovata per la seconda stagione
The Handmaid’s Tale

The Handmaid’s Tale: la serie rinnovata per la seconda stagione

Margaret Atwood sa che il mondo che ha creato negli anni ’80 ha ora una propria vita. The Handmaid’s Tale, il drammatico, traumatico e bellissimo dramma è stato rinnovato per una seconda stagione.

The Handmaid’s Tale prende forma

Il romanzo della Atwood ha preso letteralmente forma nel mondo reale, quando delle donne vestite come i personaggi del romanzo hanno fatto la loro apparizione alla manifestazione SXSW, in Texas, nella Book Fair di Los Angeles e nella metropolitana di New York. handmaid taleMa queste apparenze parlano di una questione più grande: The Handmaid’s Tale è ora più grande di un solo libro. E grazie a Hulu, potremmo esplorare molte stagioni di una storia ancora da scrivere.

Questo era l’intento dello showrunner Bruce Miller quando ha deciso di affrontare la sfida di adattare il romanzo distopico della Atwood come una serie e non come una miniserie, come uno spettacolo televisivo che potrebbe continuare per anni.

In teoria, The Handmaid’s Tale è la storia di Offred (Elisabeth Moss), una giovane donna che vive sotto la brutale dittatura della nuova nazione di Gilead, che non è solo il personaggio principale, ma è anche la narratrice della storia sullo schermo grazie al suo voice-over. Ma lo show già, nei suoi primi episodi, ha ampliato la narrativa oltre il limitato punto di vista di Offred e gli spettatori possono avere una visione più completa.

Il futuro di The Handmaid’s Tale

“Ho un piano enorme nella mia testa”, ha dichiarato Miller a IndieWire durante il Television Critics Association press tour, “Ci sono tante cose che sono solo menzionate nel libro, tanti mondi da esplorare”.

handmaidQuello che significa, esattamente, è difficile da spiegare senza fare grandi spoiler sul il romanzo, che alla fine, Miller promette, verrà rispettato nella serie. Ma ha notato che la sezione finale del libro della Atwood, che viene raccontata da un punto di vista diverso da quella di Offred, svolgerà un ruolo importante nella costruzione di ciò che accade a tutti i personaggi dello show, così come il mondo in cui vivono.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *