Home / Netflix / The Crown: per Claire Foy e Matt Smith la seconda stagione sarà l’ultima
the crown

The Crown: per Claire Foy e Matt Smith la seconda stagione sarà l’ultima

Se vi state chiedendo come, in The Crown, i giovani protagonisti Claire Foy e Matt Smith possano trasformarsi in una regina di mezza età e nel suo marito il Principe Filippo, la risposta è: non lo faranno. Il dramma Netflix sulla vita della Regina Elisabetta tornerà per una terza stagione, ma, anche se non è ancora ufficiale, senza Smith e la Foy.

La terza stagione di The Crown

La seconda stagione non è ancora stata rilasciata da Netflix, ma già siamo qui a parlare del futuro, All’inizio di quest’anno, l’attrice aveva rivelato: “Beh, dopo due stagioni, è finita. Si sbarazzeranno di tutti noi.” e poi aveva spiegato a Vulture: “Non so come abbiano intenzione di farlo, ma sono un gruppo incredibile di registi e produttori e so che lo faranno in modo incredibile. Sarà originale. Non vedo l’ora di vedere come lo show farà. The CrownSono così onorata di essere stata coinvolto in questa fase.”

Ma perché verrà fatto un recasting di Claire Foy e Matt Smith in The Crown? La seconda stagione inizierà nel periodo della crisi di Suez del 1956 e terminerà nel 1963 con le dimissioni del primo ministro Harold MacMillan.

Tuttavia, per la stagione a venire, si prevede di saltare in avanti di alcuni anni fino agli anni ’70, come lo showrunner Peter Morgan ha confermato dicendo che “inizieremo a incontrare Camilla Parter Bowles nella terza stagione”. Ciò significa che la regina avrà già ben più di quarant’ani, un po’ troppo per la Foy, che ne ha solo 33. Anche Smith è destinato a essere sostituito, infatti la produzione cerca attori più anziani per descrivere gli anni più maturi di questi due regnanti.

Leggete anche: il trailer della nuova serie europea Netflix: Dark, horror cupo e fantascientifico

Ma lungi dall’essere riluttanti a lasciare la serie Netflix vincitrice del Golden Globe, gli attori hanno insistito che questo recasting è stata una ragione che li ha convinti a firmare all’inizio. La Foy ha affermato: “Non è uno shock, lo sapevamo dall’inizio e per noi è stato un vantaggio; come attore non c’è niente di peggio del suono della parola ‘sette anni’. Sono sicuro che per alcune persone sembri una parola meravigliosa, ma per noi è come dire per sette anni dovrai interpretare la stessa persona. E questo lavoro ti prende nove mesi all’anno, quindi diventa una bella parte della tua vita per la quale stai firmando un contratto.” (non ditelo a Ellen Pompeo, però).

Quindi chi interpreterà la regina Elisabetta II e il principe Filippo nella terza stagione? Non si sa ancora nulla, ma i produttori sono a caccia di attori leggermente più vecchi che possano continuare il lavoro iniziato da Foy e Smith.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Radiotimes

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *