Home / Netflix / Stranger Things: i Duffer Brothers parlano dei possibili piani per la seconda stagione
stranger things

Stranger Things: i Duffer Brothers parlano dei possibili piani per la seconda stagione

Stranger Things (qui la recensione della prima stagione) è senza ombra di dubbio la serie di quest’estate. Sbilanciandoci, possiamo spingerci a dire che è la serie più amata, da critica e pubblico, del 2016, se non fosse che siamo ad agosto e ci aspettano ancora diversi mesi pieni di novità seriali. Nel frattempo, però, è scoppiata la Stranger Things mania, sui social e nei discorsi tra amici. La serie Netflix che fa del mistero e dell’omaggio al cinema anni ’80 i suoi punti cardine, non è ancora stata ufficialmente confermata per una seconda stagione.

I Duffer Brothers, creatori della serie, nonostante la mancanza di un’ufficialità da parte di Netflix, hanno già le idee chiare su come impostare un’ipotetica seconda stagione. Ne hanno parlato con il sito Collider in un’intervista svoltasi in occasione del TCA Press Tour.

Successo inaspettato

Stranger ThingsQuando è stato chiesto loro se si aspettavano questo grande successo da parte di critica e pubblico, Ross Duffer ha risposto “assolutamente no. Abbiamo finito di girare la serie poco tempo prima che Netflix la mettesse in onda ed è stato tutto così immediato e veloce. È stata come una tromba d’aria, tutto molto gratificante. È bello vedere come le persone siano ancora innamorate di questo tipo di narrazione. È assolutamente fantastico! Trovo positivo che le nuove generazioni, grazie a Stranger Things, si siano appassionate a questo tipo di racconto e per questo motivo sono andate a riscoprire i film a cui ci siamo ispirati.”

Matt Duffer afferma che “eravamo un po’ intimoriti dalle critiche che potevano muoverci le persone che sono cresciute con i film americani degli anni ’80, ma per fortuna non è stato così. Per noi questo è stato un enorme sollievo. Mi auguro che la serie possa portare le nuove generazioni a scoprire un film di John Carpenter o un libro di Stephen King.

Il loro debutto ufficiale sul piccolo schermo

Per i Duffer Brothers si tratta della loro prima serie ideata, scritta e diretta. Quanto tempo è stato necessario per realizzare il tutto?

Stranger ThingsRoss Duffer: “Quando abbiamo avuto l’idea abbiamo subito pensato che nessuno ci aveva mai fatto uno show televisivo.  Due settimane dopo eravamo già scettici e ci chiedevamo chi mai ci avrebbe permesso di fare una cosa simile. Abbiamo sempre lavorato per il grande schermo. Non abbiamo mai cercato di lavorare per la televisione finché abbiamo ricevuto una telefonata da uno degli autori di Wayward Pines per chiederci un aiuto per lo show. Per noi è stata come un campo di allenamento. Abbiamo appreso tutte le nozioni necessarie per creare una serie tv. Dopo poco abbiamo scritto lo script di Stranger Things e quando Netflix ha comprato la serie ci ha dato subito la possibilità di girarla. In tutto sono passati 2 anni e mezzo, dall’idea della serie alla fase di montaggio.

Matt Duffer: “È questa la cosa bella di Netflix. Con loro non si scherza. Nel cinema è frustrante perché da quando hai l’idea di una storia alla sua realizzazione passa un’eternità.

La massima libertà data da Netflix

Quando gli è stato chiesto se è stato una loro decisione girare solo 8 episodi per la prima stagione, la risposta è stata “sì, è una nostra idea. Anche qui Netflix ci ha dato carta bianca. Non abbiamo ricevuto da loro nessun diktat. Vuoi fare una serie da 13 episodi? Ok. Vuoi farla da 10? Va bene lo stesso. Per loro non ha importanza. Ci hanno solo chiesto di che cosa avevamo bisogno per raccontare questa storia. Con Netflix si lavora in massima libertà.

Per Matt Duffer “8 episodi è la lunghezza giusta per prima stagione. Se ne avessimo fatti 13 si sarebbe persa tutta la tensione. Se dovessimo fare la seconda stagione non sappiamo quanto potrà essere lunga. Sette, nove o undici episodi. Per Netflix non ci sono problemi a riguardo.

Quali piani per la seconda stagione?

Inevitabile la domanda sulle idee sviluppate per l’ipotetica seconda stagione.

Ross: “Ancora non lo sappiamo. L’unica cosa certa è che non vogliamo allungarla più del dovuto. L’obiettivo è terminare la serie nel suo momento più alto. Abbiamo avuto solo delle discussioni iniziali, ma niente di concreto per il momento.”Stranger Things

Matt: “È difficile immaginare la serie composta da setto o otto stagioni. Arrivati ad un certo punto diventerebbe tutto troppo ridicolo. Netflix su questo punto è d’accordo con noi.

Cast confermato e nuovi registi per la seconda stagione

La serie non sarà antologica. Ritorneranno tutti i protagonisti della prima stagione. Matt Duffer dice di essersi “affezionato a tutti i piccoli attori e non potremmo fare a meno di loro. Torneranno tutti i protagonisti e a loro potrebbero aggiungersi dei nuovi personaggi.

Infine ai fratelli Duffer è stato chiesto se per la seconda stagione gli episodi saranno ancora diretti da loro e Shawn Levy o anche da altri registi.

Matt: “Penso che se ne uniranno a noi altri. Ci sono un sacco di bravi registi a giro di cui apprezziamo molto il lavoro e vorrei che potessero far parte della nostra serie.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte:

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *