Home / Netflix / Star Trek: Discovery – tutto quello che c’è da sapere sulla serie

Star Trek: Discovery – tutto quello che c’è da sapere sulla serie

I Klingon avranno un aspetto diverso

Star Trek

Nel corso dei vari spin-off di Star Trek la razza aliena Klingon ha assunto ogni volta aspetti fisici diversi. Sarà così anche Discovery, sempre per volontà dell’ex showrunner Bryan Fuller. Secondo Aaron Harberts:

Una delle cose che abbiamo deciso per prima di discutere insieme a Bryan è stato proprio l’aspetto dei Klingon. Per noi i Klingon dovevano essere sexy e vitali, ma soprattutto diversi da quelli visti finora

Gli fa eco Kurtzman:

Siamo onorati per ciò che ha fatto per la serie e ci piace molto ciò che ha realizzato. Molto di quello che vedrete arriva proprio dalla mente di Bryan Fuller

In Discovery la prima relazione gay della saga televisiva

Al Comic-Con è stato svelato che il personaggio interpretato da Anthony Rapp, l’ufficiale Paul Stamets, potrebbe avere una relazione con l’ufficiale capo dei medici della Discovery Hugh Culber, interpretato da Wilson Cruz.

Mentre in Beyond, l’ultimo Star Trek cinematografico, gli sceneggiatori ci avevano fatto intendere che il personaggio di Sulu avesse una relazione con un uomo, in Discovery per la prima volta una relazione di tipo gay è parte integrante della storia.

Discovery avrà una forte impronta di serializzazione

Secondo il produttore Goldsman, Discovery sarà lo Star Trek televisivo più ‘serializzato’ di tutti, vuoi anche e soprattutto per il modo in cui sarà distribuita. Si andrà oltre alla classica “missione della settimana”, componente imprescindibile di tutti gli Star Trek televisivi. I personaggi stessi di Discovery avranno un’evoluzione più accentuata ed un maggiore spessore.

In Discovery si respira aria di guerra

L’inizio di Discovery non sarà proprio pacifico. I rapporti tra i Klingon e la Federazione non sono dei più idilliaci. Ne parla meglio la Martin-Green:

La guerra è il conflitto più grande di tutti. Ci saranno molti interrogativi da farsi.

Anche Goldsman si sofferma sull’argomento:

Siamo in tempo di guerra e stiamo cercando di capire come ci comportiamo come Federazione e come coalizione quando si devono affrontare delle avversità.

Star Trek diffonde sempre l’ottimismo anche nei momenti più bui

Secondo Kurtzman “tutta la saga di Star Trek è sempre stata circondata da un alone di ottimismo. I personaggi della serie sono sempre spinti a fare meglio e che le varie razze che popolano l’Universo possano convivere pacificamente le une con le altre“.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *