Home / News / Sandra Oh torna in ABC con un nuovo ruolo in American Crime
sandra oh americancrime

Sandra Oh torna in ABC con un nuovo ruolo in American Crime

Sandra Oh torna alla televisione, dopo l’addio di qualche stagione fa a Grey’s Anatomy. Lo fa con un ruolo ricorrente nella serie antologica di John Ridley, American Crime.

Sono passati ormai due anni dal suo addio ad una serie che, sicuramente, è rimasta segnata dall’uscita di quella che era indubbiamente, se non la migliore attrice, almeno nel novero delle imperdibili. Ma la ABC resta comunque la casa di Sandra Oh, cambia solo il contesto, che questa volta è quello della menzionata American Crime.

Sandra Oh e American Crime

La terza stagione del drama si svolgerà in Alamance County, Nord Carolina, ed esplorerà i temi del lavoro, delle divisioni economiche e dei diritti dei lavoratori. sandra oh La Oh avrà un ruolo ricorrente e entrerà nei panni di Abby Tanaka, un assistente sociale che gestisce un ricovero dedicato alle vittime di abusi domestici, nella più totale indifferenza della comunità locale.

Sandra Oh si unisce alla parata di stelle che sarà questa nuova stagione di American Crime; basti ricordare Timothy Hutton, Felicity Huffman, Regina King, Lili Taylor, Richard Cabral e Connor Jessup. John Ridley e Michael McDonald saranno anche produttori esecutivi del drama degli ABC Studios.

La nuova stagione arriverà nel 2017, anche se, per ora, non è ancora stata annunciata una data ufficiale di trasmissione.

Sandra Oh

Questo ritorno, avvenuto dopo due anni, alla TV, è importante per l’attrice che per 10 anni è stata una delle principali stelle del medical drama di Shonda Rhimes, interpretando la complessa figura della Dottoressa Cristina Yang, che le è valsa cinque nomination agli Emmy Awards e la vittoria di un Golden Globe nel 2006.

In questo periodo di “libertà” dalla TV, la Oh si è dedicata al grande schermo, recitando in alcuni film, tra cui Catfight Window Horses, tra l’altro prodotto da lei. Non ha tralasciato nemmeno un esperienza teatrale, con ruoli in commedie come Office Hour di Julia Cho.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.