Home / Netflix / Un’ultima risata: recensione del film Netflix con Chevy Chase e Richard Dreyfuss
Un'ultima risata

Un’ultima risata: recensione del film Netflix con Chevy Chase e Richard Dreyfuss

Un’ultima risata è un film commedia disponibile su Netflix dall’11 gennaio con protagonisti Chevy Chase e Richard Dreyfuss.

Un’ultima risata: sinossi

Chevy Chase e Richard Dreyfuss

Convinto dalla nipote preoccupata per la sua solitudine, Al Hart (Chevy Chase) si trasferisce in una casa di riposo. Qui l’ex manager di talenti in pensione ritrova il suo primo cliente, Buddy Green (Richard Dreyfuss), un comico che ha lasciato il mondo dello spettacolo 50 anni prima per intraprendere la carriera di medico. Entrambi nostalgici, burloni e soprattutto annoiati dalla vita del pensionato, i due decidono di intraprendere un road trip e calcare i palcoscenici della scena stand-up comedy, dalla gavetta fino al famoso The Tonight Show a New York.

Un’ultima risata: le nostre impressioni

Una commedia pulita e commuovente, dove le due stelle degli anni 70-80, Richard Dreyfus e Chevy Chase, affiancati da un’ancora bellissima, Andie MacDowell, tornano alla ribalta con gag e battute divertenti. Un umorismo forse un po’ datato, che piacerà sicuramente ad un pubblico più agè.

Greg Pritikin che ha scritto e diretto Un’ultima risata, confeziona un film divertente e leggero, come nei più classici buddy-movie (personaggi-amici). La trama si svolge in maniera lineare e prevedibile, una commedia in tre atti classici: la vita nel casa di riposo, il colpo di coda con la fuga in macchina e il road trip. Per finire con l’epilogo toccante.

Un'ultima risata scena

Un film perfetto sulla carta, pulito, senza infamia e senza lode. Una strana coppia, ma senza il brio e l’antagonismo di Jack Lemmon e Walter Matthau.
Molto bella la performance di Richard Dreyfuss che recita a tutto tondo, sia il ruolo del comico, l’instancabile burlone, ma anche con una grande presenza drammatica. Chevy Chase non ha perso il suo aplomb e l’espressione impassibile che lo ha reso famoso dai tempi del National Lampoon. Il suo Al Hart risulta buffo, anche senza dire nulla. Quando la coppia Al & Buddy diventa un trio, con l’apparizione di Doris Montgomery (Andie MacDowell), il film prende una piega vagamente romantica.

Un'ultima risata

Valutazione globale - 5.5

5.5

Un'occasione mancata

User Rating: 0.6 ( 1 votes)

Un’ultima risata: giudizio in sintesi

Chevy Chase in una scena di Un'ultima risata

Non appena letto il cast, è stato facile fiondarsi subito su questo film con la speranza di rivedere un po’ di quell’umorismo demenziale tanto apprezzato nelle commedie anni ’80. Tuttavia, a parte alcune scene grottesche, Un’ultima risata fa sorridere senza sghignazzare, un umorismo datato che ricorda molto Cocoon. Lento in alcuni passaggi, il film si concentra più sulla vicenda umana che sull’umorismo, tradendo un poco le aspettative di chi sperava in un grande rentrée dei due attori comici sulle scene. Si doveva osare di più dato lo spessore degli attori, magari con battute più sprezzanti e oltraggiose. Un film da guardare mentre si stira…

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Francesca Braghetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *