Home / Amazon / Patriot: arriva la nuova dark comedy di Amazon con Michael Dorman
patriot amazon

Patriot: arriva la nuova dark comedy di Amazon con Michael Dorman

Arriva la nuova dark comedy di Amazon, Patriot, nella quale il futuro del mondo è in gioco e soprattutto è nelle nelle mani della persona meno probabile. Amazon ha anche svelato il primo trailer per la sua prossima serie interpretata da Michael Dorman, attore australiano, noto principalmente nel suo Paese.

Patriot, di cosa si tratta

Lo show le cui puntate durano un’ora ciascuna, racconta la storia dell’ufficiale dei servizi segreti John Tavner (Dorman), un eroe sfortunato che, al fine di impedire all’Iran di dotarsi delle armi nucleari, deve rinunciare a tutte le reti di sicurezza e assumere una pericolosa “copertura non ufficiale”, quella di un dipendente di medio livello di una ditta del Midwest che produce tubazioni industriali.

Il primo teaser trailer ci presenta Tavner nel bagno degli uomini che cerca di persuadere un altro uomo a dargli la sua urina, così da poter passare il controllo per poter “andare in posti nei quali un americano non dovrebbe mai andare” La clip prosegue introducendo il personaggio principale, che ama suonare musica folk, perché lo aiuta con i suoi sentimenti, il padre, Direttore del Dipartimento di Stato per l’Intelligence, Tom Tavner (Terry O’Quinn, Lost) e suo fratello, il deputato Edward Tavner (Michael Chernus, Manhattan, Orange is the new black).

Qui sotto potete trovare il trailer, che ci fa già intuire una comicità di alto livello.

Tra i coprotagonisti troviamo anche Kurtwood Smith, Mark Boone Jr. e Hana Mae Lee.

Lo spettacolo è prodotto esecutivamente da Steven Conrad (I sogni segreti di Walter Mitty, La ricerca della felicità), che sarà anche showrunner e regista della serie, insiem a James Parriott, Glenn Ficarra, John Requa, Charles Gogolak e Gil Bellows.

Patriot debutterà su Amazon il 24 febbraio.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *