Home / News / Oscar 2019: previsioni per Miglior Sceneggiatura Originale e Non Originale
Oscar 2019: previsioni per le migliori sceneggiature

Oscar 2019: previsioni per Miglior Sceneggiatura Originale e Non Originale

Dopo le nomination ai Golden Globe, già si cominciano a fare le prime previsioni su chi potrebbe essere protagonista della notte degli Oscar 2019. Continuiamo con le previsioni per le categoria Miglior Sceneggiatura Originale e Non Originale.

Senza una buona sceneggiatura, un film anche se ben diretto non può funzionare. Serve la struttura, la storia, la costruzione dei personaggi. Quest’anno molti film hanno fatto emozionare sia per le storie raccontate sia attraverso i loro personaggi, tanto per le sceneggiature originali quanto per quelle non originali, adattate da un libro o da un altro film.

Oscar 2019: i titoli favoriti per la Miglior Sceneggiatura Originale

Da The Favourite, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia a Green Book, presentato a Toronto, da Roma a Isle of Dogs, ripercorriamo quelli che si presentano come i candidati favoriti alle nomination per la categoria Miglior Sceneggiatura Originale.

Bo Burnham (Eighth Grade)
Alfonso Cuaron (Roma)
Deborah Davis and Tony McNamara (The Favourite)
Paul Schrader (First Reformed)
Nick Vallelonga, Brian Hayes Currie, Peter Farrelly (Green Book)
Wes Anderson (Isle of Dogs)
Adam McKay (Vice)
Boots Riley (Sorry to Bother You)

Oscar 2019: i titoli favoriti per la Miglior Scenegigiatura Non Originale

Oscar 2019: previsioni per le migliori sceneggiatureDa The Death of Stalin a A Star Is Born, da BlacKkKlansman a If Beale Street Could Talk, sono diversi i film che pur presentando una sceneggiatura non originale ci hanno coinvolto nella visione dei film e che potrebbero effettivamente essere degli ottimi concorrenti per la nomination alla categoria Miglior Sceneggiatura Non Originale. Vediamo la lista completa dei potenziali, nominabili film.

Ryan Coogler and Joe Robert Cole (Black Panther)
Bradley Cooper and Eric Roth (A Star is Born)
Debra Granik and Anne Rosellini (Leave No Trace)
Nicole Holofcener and Jeff Whitty (Can You Ever Forgive Me?)
Spike Lee, Charlie Wachtel, David Rabinowitz and Kevin Willmott (BlacKkKlansman)
Brad Bird (The Incredibles 2)
Paul Greengrass (22 July)
Armando Iannucci, David Schneider, Ian Martin, Peter Fellows and Fabien Nury (The Death of Stalin)
Barry Jenkins (If Beale Street Could Talk)
Audrey Wells (The Hate U Give)

Altri titoli possibili…

Beautiful Boy
Boy Erased
First Man
Mary, Queen of Scots
Mary Poppins Returns
The Old Man and the Gun
The Sisters Brothers
The Wife
Welcome to Marwen

Leggete anche la nostra recensione di Morto Stalin, se ne fa un altro (The Death of Stalin)

Fonte: IndiWire

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.