Home / Netflix / Unbreakable Kimmy Schmidt: a fine maggio la quarta stagione
Unbreakable Kimmy Schmidt

Unbreakable Kimmy Schmidt: a fine maggio la quarta stagione

La serie di successo di Netflix Unbreakable Kimmy Schmidt tornerà a maggio per la quarta stagione. Il servizio di streaming ha reso noto che questa nuova stagione verrà rilasciata in due parti. I primi sei episodi saranno disponibili il 30 maggio e la seconda metà della stagione sarà presentata in anteprima nel 2018.

Unbreakable Kimmy Schmidt

La serie, che ha ricevuto diverse nomination tra le quali anche agli Emmy Awards, creata dal duo 30 Rock Tina Fey e Robert Carlock, vede la partecipazione di Ellie Kemper, Tituss Burgess, Jane Krakowski e Carol Kane.

Lo show racconta la vita di Kimmy Schmidt (Kemper) che, dopo aver vissuto con una setta per quindici anni, si trova a dover fare i conti con il mondo reale e deve affrontare la propria vita al di fuori della setta a New York, e deve inoltre apprende di più su chi lei sia veramente. Ad unirsi a Kimmy nel suo viaggio è il suo migliore amico e compagno di stanza, Titus Andromedon (Burgess), la sua ex-datrice di lavoro diventata amica Jacqueline White (Krakowski) e la sua padrona di casa, Lillian Kaushtupper (Kane).

Nella terza stagione, Kimmy, dopo aver rintracciato la madre da lungo tempo perduta, ha ricevuto una telefonata dall’uomo che ha tenuto lei e il suo compagno di prigionia “Mole-Donne” per 15 anni rinchiusi, il reverendo Richard Wayne Gary Wayne (Jon Hamm). Incredibilmente, si è scoperto che Kimmy e Il Reverendo sono infatti sposati, e il reverendo vuole il divorzio.

Leggete anche: la nostra recensione della quarta stagione di Grace and Frenkie, comedy crepuscolare di Netflix

Fey e Carlock sono produttori esecutivi insieme a Sam Means, Jeff Richmond e David Miner.

La serie, della Universal Television, Little Stranger, 3 Arts Entertainment e Bevel Gears, ha collezionato 16 nomination agli Emmy, inclusi tre nella categoria miglior serie Comedy nelle sue prime tre stagioni.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *