Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Unbreakable Kimmy Schmidt: rinnovata per la quarta stagione
Unbreakable Kimmy Schmidt

Unbreakable Kimmy Schmidt: rinnovata per la quarta stagione

In arrivo un altro rapido rinnovo per Unbreakable Kimmy Schmidt. Netflix, infatti, ha ha ordinato una quarta stagione della serie comedy creata dal duo di 30 Rock, Tina Fey e Robert Carlock, meno di un mese dopo l’uscita della terza stagione dello show.

Unbreakable Kimmy Schmidt

La serie che ha ricevuto la nomination agli Emmy Awards ha come protagonisti Ellie Kemper, Tituss Burgess, Jane Krakowski e Carol Kane e segue le disavventure di Kimmy (Kemper) che, dopo aver vissuto con una setta per quindici anni, si trova a dover fare i conti con il mondo reale e deve affrontare la propria vita al di fuori della setta a New York. Kimmy nella serie trova rapidamente un nuovo lavoro (lavorando per la Krakowski), un nuovo compagno di stanza (Burgess) e un nuovo inizio.

Le star ricorrenti includono Anna Camp, Josh Charles, David Cross, Amy Sedaris, Tina Fey, Daveed Diggs e Jon Hamm.

Unbreakable Kimmy Schmidt aveva avuto all’inizio un ordine a serie dalla NBC, per poi spostarsi, ancor prima di iniziare, su Netflix, con un ordine già per la seconda stagione, prima che la stagione d’esordio vedesse la luce. La serie ha poi ricevuto un rinnovo per la terza stagione da Netflix nel gennaio 2016, anche questo in modo anticipato rispetto alla messa in onda della seconda annata che è avvenuta nell’aprile del 2016.

Unbreakable Kimmy Schmidt, la terza stagione

Dopo aver rintracciato la madre da lungo tempo perduta, la seconda stagione si è conclusa con Kimmy (Ellie Kemper) che riceve una telefonata dall’uomo che ha tenuto lei e il suo compagno di prigionia “Mole-Donne” per 15 anni rinchiusi, il reverendo Richard Wayne Gary Wayne (Jon Hamm). Incredibilmente, si scopre che Kimmy e Il Reverendo sono infatti sposati, e il reverendo vuole il divorzio.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *