Home / Festival del Cinema / Thomas Vinterberg spiega perché non ha incluso Putin nel suo film Kursk
Thomas Vinterberg

Thomas Vinterberg spiega perché non ha incluso Putin nel suo film Kursk

Sabato è stato presentato alla Festa del cinema di Roma il nuovo film del regista danese Thomas Vinterberg, Kursk, con Colin Firth, Matthias Schoenaerts e Léa Seydoux, che è stato mostrato in anteprima mondiale al Toronto Film Festival.

Kursk: tratto da una drammatica storia vera

La Europacorp di Luc Besson ha prodotto il film, che è tratto da una triste storia vera di una serie di esplosioni che hanno fatto affondare il sottomarino nucleare russo Kursk sul fondo del mare di Barents, nell’Agosto del 2000. Molti membri dell’equipaggio sono morti all’istante, ma una piccola parte di esso era riuscita a rifugiarsi in una parte sicura dell’imbarcazione. I minuti erano contati e le altre nazioni avevano offerto la loro assistenza, ma la marina russa aveva risposto di avere la situazione sotto controllo.

La questione del personaggio di Vladimir Putin

Alla conferenza stampa della Festa del cinema di Roma, il regista danese è stato interrogato sui motivi che lo hanno portato a omettere il personaggio di Vladimir Putin dal film.

Secondo quanto aveva riportato l’Hollywood Reporter infatti, Putin era apparso in una prima versione della sceneggiatura, ma Besson ha voluto concentrarsi più su storia umanitaria che sul dramma politico. Alcuni esperti alla sicurezza hanno ipotizzato che criticare il leader avrebbe potuto esporre lo studios a ritorsioni.

Tuttavia Vinterberg sostiene di non aver mai incluso il personaggio di Putin nella sua versione del film.

I commenti di Thomas Vinterberg

Thomas Vinterberg“Circola una storia su internet che dice che siamo stati intimiditi in qualche modo dalle autorità russe, ma sono tutte cavolate. È stata semplicemente una decisione artistica” ha detto il regista “Ho preso la decisione perché penso che il film era, prima di tutto e soprattutto, una storia di umanità. E non ho voluto che questo film si riducesse a puntare il dito contro delle persone specifiche”. Inoltre ha aggiunto: “Inoltre, non sappiamo quanto Putin fosse coinvolto in questo. Era a 100 giorni del suo mandato e aveva una marina, la flotta russa. Non sappiamo chi prese queste decisioni. A tal proposito, ho pensato che fosse più nobile e più umile cambiare i nomi e lasciare fuori Putin. Ma, peraltro, non ho voluto vedere altri attori che potessero interpretare il presidente”.

All’inizio è stato Matthias Schoenaerts a portare la sceneggiatura di Kursk a Thomas Vinterberg e a convincerlo a realizzare il film. Il regista danese lo descrive come una “realtà drammatizzata” con l’inclusione di una storia d’amore per esplorare cosa succede ad una famiglia quando la morte si profila all’orizzonte.

“Questo film è un patteggiamento tra realtà e finzione” ha detto il regista “Molta realtà è rimasta segreta, in fondo all’oceano. Non sappiamo cosa sia realmente accaduto. Ma attraverso una estesa ricerca e i resoconti sappiamo un po’ di quello che è accaduto”. “Anche dall’inizio c’è stata la grande sfida della lingua”, ha continuato “Parlano inglese. Dovrebbero essere russi: questo è un altro patteggiamento con la realtà”.

Thomas Vinterberg ha detto che il film è stato venduto in Russia, anche se non ha ancora una data di uscita. “Sono molto curioso di vedere come i russi lo accoglieranno, se avranno l’opportunità di vederlo.

Il casting di Colin Firth

Infine il regista ha anche risposto ad una domanda sul casting di Colin Firth, “Abbiamo provato a lavorare insieme per anni”, ha spiegato Vinterberg che ha aggiunto di stimare Colin Firth non solo come un grande attore ma anche come essere umano, “Sceglierei sempre Colin Forth per qualsiasi cosa, anche come attrice protagonista in un altro film”.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *