Home / Amazon / The Man in the high castle: un nuovo trailer ci fa entrare nella stagione 3
The Man in the High Castle

The Man in the high castle: un nuovo trailer ci fa entrare nella stagione 3

John Smith, l’Obergruppenfuhrer interpretato da Rufus Sewell, ci porta nel cuore oscuro di The Man in the high castle, la serie Amazon, e si trova, metaforicamente, faccia a faccia con le prove fisiche dell’esistenza di un mondo veramente diverso in questa clip della terza stagione.

The man in the high castle e il multiverso

Nella clip che ha debuttato al New York Comic-Con, il personaggio di Sewell viene stato convocato in un laboratorio dove un “corriere del film” proveniente da un’altra parte del multiverso è legato, apparentemente inconscio, a un tavolo clinico. “Non capisco”, dice uno Smith stupefatto. “Dunque stai dicendo che esistono versioni diverse di noi in altri mondi?”

the man in the high castleSewell, parlando al panel del Comic-Con dal titolo “Il mondo di Philip K. Dick – The Man in the high castle e Philip K. Dick’s Electric Dreams” moderato dal Dominic Patten di Deadline, ha detto che il trailer mostra un grande momento per il suo personaggio.

LEGGI ANCHE: la recensione del primo episodio di Philip K. Dick’s Electric Dreams

“Una delle cose interessanti che succedono è che il mondo inizia a rompersi per John Smith”, ha detto Sewell, per poi aggiungere, a correzione del suo errore, “I mondi cominciano a rompersi …”

Insomma, sembra di capire, abbastanza chiaramente, che la terza stagione dello show si avvii verso l’esplorazione di una fantascienza più pura, attraverso l’esplorazione di mondi paralleli e universi alternativi, abbandonando definitivamente il canovaccio Dickiano.

Per quanto riguarda il personaggio di Sewell, la nuova stagione continuerà ad esplorare il prezzo pagato per le sue ambizioni politiche. “È un uomo ambizioso ma non per sé”, ha commentato Sewell. In qualche maniera distorta l’ambizione è per la sua famiglia.”

Qui di seguito potete vedere questa clip tratta dalla terza stagione di The Man in the high castle:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *