Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / The Bone Church di Stephen King diventerà una serie TV
the bone church

The Bone Church di Stephen King diventerà una serie TV

La Cedar Park Entertainment di Chris Long e David Ayer hanno acquisito i diritti di The Bone Church di Stephen King e lo svilupperanno come serie TV. Cedar Park sarà anche lo studio per il progetto.

The Bone Church di Stephen King

stephen kingThe Bone Church è un poema narrativo scritto da King negli anni ’60. Più tardi lo ha rivisto e il poema è stato pubblicato come parte di un’antologia dello scrittore, The Bazaar of Bad Dreams. In esso, un avventuriero organizza una spedizione in profondità in una vasta giungla per localizzare la mitica Chiesa delle Ossa. Gli avventurieri scopriranno un segreto non destinato agli occhi di estranei. Solo tre dei 32 viaggiatori riusciranno ad uscire vivi in un racconto narrato da uno dei sopravvissuti, che racconta storie da uno sgabello da bar ai clienti che gli comprano da bere.

Questo accordo estende la relazione tra Chris Long e Stephen King. Long è stato produttore esecutivo di Mr. Mercedes, l’adattamento a serie del romanzo. Il produttore, dopo una lungo una carriera di 18 anni come capo della programmazione presso Audience Network, ha intrapreso una nuova carriera, creando la Cedar Park con Ayer. Di recente Ayer ha diretto il successo di Netflix, Bright, e prima di quello, Suicide Squad. Ayer dirigerà e scriverà Bright 2.

Leggete anche: la nostra recensione di IT, il reboot del classico film horror tratto da Stephen King

Per quanto riguarda King, la sua back list è stata molto impegnativa, incluso il blockbuster It con il regista Andy Muschietti che tornerà per il sequel, e la prossima serie Hulu Castle Rock.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *