Home / News / News Serie TV / Dai Comics alla TV / Supergirl: una Wonder Presidente degli USA
supergirl

Supergirl: una Wonder Presidente degli USA

Quando Melissa Benoist volerà nella seconda stagione di Supergirl, spostatasi sulla CW, avrà una co-protagonista molto speciale: la ex Wonder Woman televisiva. Lynda Carter sarà il presidente degli Stati Uniti. La domanda che ne deriva è una: da supereroe a leader politico, è una promozione?

La notizia, che girava da un po’, pare essere confermata da Deadline l’ufficialita dell’ingresso nel cast della Carter per affiancare la Benoist nella Supergirl di CW.

Lo spostamento di network

supergirlSupergirl ha debuttato sulla CBS, ma la rete ha passato lo show alla CW per la seconda stagione perché il rating della prima stagione non era stato soddisfacente per gli standard del canale (anche se, sinceramente, non era andato nemmeno malissimo). Sicuramente il costo dei diritti da pagare a Warner Bros ha favorito questa decisione. Questi diritti non sarebbero più un problema in CW, perché il network è partecipato dalla stessa CBS e da WB, Superato il problema dei diritti però se ne creerebbe un altro. La CW solitamente gira gli show in Canada e ora bisognerebbe farlo sembrare LA.

Eroi di ritorno

La buona notizia è che, se lo show ha bisogno di un eroe, ce ne sono già un paio in lista. Il primo è Dean Cain, che ha interpretato Clark Kent in Lois & Clark: Le nuove avventure di Superman sarà il padre adottivo di Supergirl. La seconda sarà Helen Slater che interpreta la madre adottiva di Supergirl. La curiosità è che la Slater nel 1984 interpretò la stessa Kara del film di Supergirl.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *