Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Shut Eye: Hulu rinnova la serie e cambia lo showrunner
shut eye

Shut Eye: Hulu rinnova la serie e cambia lo showrunner

I fan di Shut Eye possono festeggiare, anche se magari qualcuno gliel’aveva previsto, perché Hulu ha deciso di confermare la serie interpretata da Jeffrey Donovan per una seconda stagione, ma cambiando però lo showrunner.

Shut Eye, la trama

Creato e prodotto esecutivamente da Les Bohem, Shut Eye, programma trasmesso lanciato nel mese di dicembre, è incentrato su Charlie Haverford (Donovan), un truffatore con una piccola catena di botteghe di chiromanzia, che ha a che fare con la famiglia che controlla il business nel più grande pezzo di Los Angeles. shut eyeUn colpo alla testa assestatogli dal fidanzato arrabbiato di una cliente si interseca con una sessione di ipnosi, mentre stava selezionando un nuovo “chiaroveggente”, e improvvisamente, un uomo la cui vita intera si è basata sulla frode comincia a vedere e sentire alcune verità molto reali e fondamentali.

La moglie di Charlie, Linda (KaDee Strickland) è malata e stanca della loro vita mediocre e vuole rompere con Fonso (Angus Sampson), il padre single che gestisce l’impero di chiaroveggenza della famiglia Marks e controlla il futuro degli Haverfords. Isabella Rossellini appare in Shut Eye nel ruolo di Rita, la matriarca astuta, seducente e sadica del clan Marks.

Il nuovo Shut Eye

L’ex showrunner di Hell On Wheels, John Shiban, prenderà il timone dello show grazie ad un nuovo accordo globale che ha firmato con la Sony Pictures TV. Sostituirà David Hudgins, che è stato lo showrunner nella prima stagione.

shut eyeShiban sarà il produttore esecutivo insieme a Bohem, Mark Johnson, Melissa Bernstein e Larysa Kondracki.

Shiban in precedenza è stato un produttore e consulente per Breaking Bad, prodotto esecutivamente da Johnson, co-prodotto da Bernstein e prodotto da Sony TV. Recentemente è stato produttore esecutivo di Da Vinci’s Damons.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *