Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / Sherlock: Amanda Abbington parla di una deliziosa scena tagliata
sherlock abbington

Sherlock: Amanda Abbington parla di una deliziosa scena tagliata

Nel momento in cui realizzi un episodio di Sherlock, non importa quanto materiale buono hai, sai che deve durare novanta minuti e quindi, inevitabilmente, qualche scena non arriva al montaggio finale.

Noi come pubblico vediamo solamente l’episodio come arriva sullo schermo, ma non è che gli attori abbiano molto più controllo su quello che succede. Ogni tanto può capitare che ci sia una scena che hanno amato recitare, ma questa non arriva comunque nel prodotto finale.

Sherlock, John e Mary

sherlock abbingtonNella terza e quarta stagione il rapporto tra John e Mary si è evoluto ed è arrivato ad avere un sacco di problemi, ma i due, per moltissimi fan, sono stati una coppia meravigliosa, tanto che l’episodio “finale” di Mary è stato probabilmente uno degli ultimi di Sherlock ad essere veramente toccante.

“C’è stata una scena deliziosa in una cena tra John e Mary quando tra i due c’è stato un discorso davvero carino su quanto sia spaventoso essere incinta o avere un bambino e sul fatto che loro si stavano allontanando”, dice Amanda Abbington. “È una bella scena di una cena che prende tre pagine di copione che abbiamo fatto e che ci è piaciuta molto ma non non è mai arrivata sullo schermo, penso perché alla fine il tutto sarebbe durato quattro ore e hanno dovuto ridurlo a un’ora e mezza”.

Leggi anche: quale personaggio di Dracula vorrebbe interpretare Mark Gattis

Ma la scena stessa, che sarebbe andata in onda come parte del primo episodio della quarta serie, sembra qualcosa che avremmo voluto vedere. “Sono appena tornati dall’aereo – o Mary stava per partire per il suo viaggio – e lei stava solo dicendo che stava andando fuori controllo e non sentiva di essere “a terra” perché stava cercando di dirgli chi lei fosse veramente ma non può, ma lei lo vede che lui sta andando alla deriva e loro non stanno davvero comunicando. È una scena davvero incantevole ma non è mai arrivata e magari non ce n’era bisogno, sai come si dice: less is more. Ma a noi è piaciuto girarla “

Amanda Abbington e Moffat

È improbabile che il filmato veda mai la luce, ma se dovesse mai arrivare un’offerta per tornare a Sherlock, la Abbington ne sarebbe certamente entusiasta, specialmente se fosse la protagonista di un prequel sul passato oscuro di Mary.

“Dovrei mandare una email a Steven [Moffat], non dovrei, e chiedergli di farlo. Continuo a chiedergli un lavoro comunque. Continuo a mandare messaggi dicendo “Posso fare qualcosa? Posso fare la prossima cosa che farai tu, per favore? »Invecchiando diventerò più sfrontata, tipo,” puoi per favore darmi un lavoro? “Penso che dovresti davvero sfruttare ciò che sai e chi conosci.”

Moffat e Gatiss, i due creatori di Sherlock, stanno lavorando ad una nuova serie, Dracula, per la BBC. “Ho già piantato saldamente i miei semi lì”, dice la Abbington. “Continuo a dire ‘scrivimi una parte’. Voglio interpretare un vampiro. Niente è ancora scolpito nella pietra ma non mi sto arrendendo. Ho una missione.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Radiotimes

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *