Home / Amazon / Mozart in the Jungle: Amazon cancella lo show dopo la quarta stagione

Mozart in the Jungle: Amazon cancella lo show dopo la quarta stagione

La musica è finita per Mozart in the Jungle. Amazon ha cancellato la sua commedia sinfonica dopo quattro stagioni, come ha confermato Deadline.

Mozart in the Jungle, la conclusione

“Siamo così orgogliosi delle quattro stagioni che abbiamo fatto di questo show e siamo grati al cast, alla troupe, ai fan e ad Amazon per aver scritto questa sinfonia con noi”, hanno affermato i produttori esecutivi Paul Weitz, Will Graham, Roman Coppola e Jason Schwartzman. “Speriamo che la gente continui ad apprezzare questa serie negli anni a venire.”

Interpretato da Gael García Bernal, Lola Kirke, Saffron Burrows, Malcolm McDowell, Hannah Dunne e Bernadette Peters, Mozart in the Jungle ha alzato il sipario sulla New York Symphony, nella quale la dedizione artistica e la creatività si scontrano con giochi psicologici, politicanti e istinti di sopravvivenza. Era basato sul libro di memorie Mozart in the Jungle: Sex, Drugs & Classical Music di Blair Tindall.

Nella quarta stagione la storia d’amore tra Hailey (Lola Kirke) e Rodrigo diventa sempre più seria e i due decidono di uscire allo scoperto. Come già accaduto nella seconda e nella terza stagione, anche in questo caso l’ambientazione si divide tra gli Stati uniti e un paese straniero.

mozart in the jungle 4Dopo la tappa in Italia della terza stagione, questa volta i nuovi episodi sono parzialmente ambientati in Giappone. Infatti, mentre Rodrigo impara cosa comporti stare in una relazione e va in cerca della sua ispirazione perduta, Hailey si iscrive a una competizione che si svolgerà in Giappone per mettersi alla prova come direttore d’orchestra. Rodrigo dovrà rispondere alla proposta fattagli da un nuovo personaggio, Egon (John Cameron Mitchell), un coreografo avanguardista che vorrebbe collaborare con il maestro messicano.

La comedy prodotta da Amazon Studios ha portato Amazon sul serio nel gioco dei premi, vincendo il Golden Globe 2016 per la migliore serie televisiva Musical o Commedia e venendo nuovamente nominato lo scorso anno. Ha inoltre vinto due Emmy per il Sound Mixing nel 2016 e 2017.

Leggete anche: la nostra recensione della terza e ultima stagione di Love, serie Netflix

Amazon annunciò la nascita di Mozart in the Jungle nell’ottobre 2013 e la serie fu lanciata nel dicembre 2014 con il logline: Mozart in the Jungle parla di sesso, droghe e musica classica e mostra che ciò che accade dietro le quinte della sinfonia può essere altrettanto accattivante di quello che succede sul palco.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *