Home / Netflix / Star Trek: Discovery: due personaggi principali lasceranno il cast al termine della seconda stagione
Star Trek Discovery

Star Trek: Discovery: due personaggi principali lasceranno il cast al termine della seconda stagione

Dopo aver ottenuto il rinnovo per una terza stagione, Deadline riporta che Anson Mount (Tully) e Rebecca Romijn (X-Men) lasceranno la serie subito dopo il finale della seconda stagione di Star Trek: Discovery.

Mount e Romijin sono stati scelti per interpretare due dei personaggi principali di questa stagione, rispettivamente il capitano Christopher Pike e il Numero Uno. La loro improvvisa partenza è dovuta al fatto che i due attori hanno firmato un contratto che li legava allo show per un solo anno. L’ultimo episodio con protagonisti i due andrà in onda il 18 aprile negli Stati Uniti e subito dopo poche ore sarà disponibile in Italia su Netflix.

Il cast di Star Trek: Discovery è composto da Sonequa Martin-Green (First Officer Michael Burnham), Michelle Yeoh (Captain Philippa Georgiou), Jason Isaacs (Captain Lorca), Doug Jones (Saru), Anthony Rapp (Stamets), Terry Serpico (Anderson), Maulik Pancholy (Nambue), Sam Vartholomeos (Connor), Mary Wiseman (Cadet Tilly), James Frain (Sarek), Chris Obi (T’Kuvma), Mary Chieffo (L’Rell), Shazad Latif (TenenteTyler), Rekha Sharma (Comandante Landry), Kenneth Mitchell (Kol), Clare McConnell (Dennas), Damon Runyan (Ujilli), e Rainn Wilson (Harry Mudd).

Fonte: ComingSoon.net

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

One comment

  1. Harry Mudd ( Rainn Wilson ) e’ veramente un delinquente odioso.
    Spero non trovi spazio in ST Discovery: e’ un assassino e assomiglia ad un disgraziato che conosco.
    Viva invece Gabriel Lorca: ritorna!

    Flavia Ostani
    Padova (Italia)
    20 marzo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *