Home / Netflix / Maniac: Cary Fukunaga afferma che se la serie Netflix continuerà lui non sarà il regista
Maniac

Maniac: Cary Fukunaga afferma che se la serie Netflix continuerà lui non sarà il regista

Maniac, una delle serie tv più attese della stagione, ha finalmente debuttato su Netflix lo scorso 21 settembre, giorno in cui il servizio di streaming on demand ha rilasciato tutti e i 10 gli episodi. Chi ha già avuto modo di vederli e apprezzarli tutti sta già cercando di capire se la miniserie con Emma Stone e Jonah Hill avrà o no una seconda stagione. Il regista Cary Fukunaga, che ha diretto ogni singolo episodio, in un’intervista a Variety si è già espresso a riguardo affermando quanto segue:

Quando si tratta di serie tv mi piace farne una e andare oltre. Sarei molto felice di vedere la seconda stagione di Maniac, ma so che Netflix l’ha sempre considerata come una miniserie composta da una sola stagione. Se ci fosse qualcos’altro di interessante da raccontare, penso che Patrick (Somerville, il creatore dello show) sarebbe felice di intraprendere un nuovo cammino. Ma ciò che è sicuro è che non ci sarò io alla regia, nell’eventualità.

Maniac: Stone e Hill pazienti di una cura sperimentale

Maniac Emma Stone Jonah HillManiac vede Emma Stone e Jonah Hill interpretare due pazienti di una sperimentazione farmaceutica che cerca di cancellare dalla mente delle persone le malattie mentali. Lo show è basato sull’omonima serie televisiva norvegese.

Il regista Cary Fukunaga ha già collaborato con Netflix per il film Beasts of No Nation, presentato qualche anno fa in Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.

Fukunaga per il prossimo anno e mezzo ha altro a cui pensare: lo ritroveremo, infatti, alla guida del nuovo film su James Bond. Il suo nome, subentrato dopo l’abbandono di Danny Boyle, è stato fortemente voluto dalla produzione di 007 e dall’interprete Daniel Craig.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *