Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Man Seeking Woman: FXX ha cancellato la serie TV
man seeking woman

Man Seeking Woman: FXX ha cancellato la serie TV

FXX ha scelto di non ordinare una quarta stagione della serie comica Man Seeking Woman. La decisione arriva un mese dopo che lo spettacolo interpretato da Jay Baruchel ha chiuso la sua terza stagione, dando a FXX il tempo per analizzare i dati di visualizzazione ritardati. Alla fine, nonostante la continua buona risposta critica, le prestazioni e i feedback di Man Seeking Woman sono stati ritenuti insufficienti per sostenere un altro rinnovo. La terza stagione ha ottenuto una media di 367.000 telespettatori totali; 268.000 di loro nella fascia commerciale (adulti 18-49).

Man Seeking Woman

FX ha sostenuto Man Seeking Woman, la prima nuova serie comedy originale lanciata su FXX, per tutta la sua durata, con tutte e tre le stagioni in onda dietro al lead-in della serie comedy di punta It’s always Sunny in Philadelphia. La più recente terza stagione di Man Seeking Woman ha mantenuto solamente il 35% del pubblico della serie che la precedeva.

man seeking womanDopo un feedback di pubblico molto buono ricevuto all’inizio dello scorso autunno per FXX da parte delle altre serie comiche che avevano però una modesta critica a supporto, come il recentemente trapiantato da FX, You’re The Worst, tali serie sono state rinnovate, quest’ultima per una quarta stagione. Dopo il rinnovo però le prestazioni sono calate sia nel Live che nei recuperi (Live+3) fino ad arrivare a pareggiare gli scarsi risultati della serie con Jay  Baruchel.

Man Seeking Woman è stato creato da Simon Rich basato sul suo libro di racconti, L’ultima ragazza sulla Terra. La serie ha avuto come protagonisti Jay Baruchel, Eric Andre, Britt bassi e Katie Findlay. Rich è stato anche produttore esecutivo e showrunner. Jonathan Krisel, Andrew Singer e Lorne Michaels, e Broadway Video erano i produttori esecutivi. Man Seeking Woman è stata prodotta da FX Productions.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *