Home / Amazon / Good Omens: Jon Hamm si unisce al cast nel ruolo dell’arcangelo Gabriele

Good Omens: Jon Hamm si unisce al cast nel ruolo dell’arcangelo Gabriele

I fan che aspettano impazienti Good Omens, dovranno continuare ad aspettare a lungo, ma avranno un motivo in più per rallegrarsi, e altri nuovi fan (quelli di Mad Men) che si uniranno a loro, perché, notizia strepitosa, Jon Hamm entra nel cast della serie di Amazon e BBC nel ruolo dell’arcangelo Gabriele, il messaggero di Dio.

Good Omens e Jon Hamm

Basata sul romanzo di Neil Gaiman (American Gods) e Terry Pratchett (Color of Magic) e scritta da Gaiman, Good Omens arriverà nel 2018 quando l’Apocalisse sarà vicina e il Giudizio finale scenderà sull’umanità. Gli eserciti del bene e del male si stanno ammassando, Atlantide si sta sollevando e le temperature si stanno elevando. Tutto sembra andare secondo il Piano Divino, a parte un angelo schizzinoso e un demonio che non si preoccupano della guerra in arrivo e qualcuno sembra aver messo nel posto sbagliato l’Anticristo.

Il personaggio di Gabriel ha un ruolo marginale nel romanzo originale, ma lo showrunner Gaiman spiega perché lo sta sviluppando nella sceneggiatura dell’adattamento:

jon hamm good omens“Una volta terminata la scrittura di Good Omens, all’alba della preistoria, Terry Pratchett e io abbiamo iniziato a scrivere un sequel. Ci sarebbero stati molti angeli nel sequel. Quando Good Omens è stato adocchiato per la prima volta da Hollywood, Terry ed io abbiamo pensato di introdurre i nostri angeli nella trama di un film che non è mai stato fatto. Quindi, quasi trent’anni dopo, ho iniziato a scrivere Good Omens per la TV, e una cosa che sapevo era che i nostri angeli sarebbero stati lì.”

“Il leader di questi angeli è Gabriel. È tutto ciò che Aziraphale non è: è alto, bello, carismatico e vestito impeccabilmente. Siamo stati fortunati che Jon Hamm fosse disponibile, dato che è già tutte queste cose senza dover fare nulla. Siamo stati anche più fortunati che sia un fan dei libri e un attore notevole.”

“Ho letto Good Omens quasi vent’anni fa”, ha detto Hamm. “Pensavo che fosse uno dei libri più divertenti e più cool che avessi mai letto. Era anche, ovviamente, impossibile da adattare ad un film. Due mesi fa Neil mi ha mandato gli script e sapevo che sarei dovuto esserci.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

 

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *