Home / Netflix / GLOW: la seconda stagione della serie Netflix a fine giugno
GLOW

GLOW: la seconda stagione della serie Netflix a fine giugno

Le protagoniste dello show di Netflix, GLOW, torneranno per la loro seconda stagione di 10 episodi il 29 giugno. Il servizio di streaming ha annunciato il ritorno sul ring al suo evento See What Next Next di Roma.

La seconda stagione di GLOW

La serie comedy tutta al femminile, ispirata agli anni ’80, prodotta da Jenji Kohan e creata e prodotta da Liz Flahive e Carly Mensch, riprende nella nuova stagione nel momento in cui le protagoniste diventano delle celebrità locali, confrontandosi con le buone, brutte e pessime realtà della loro nuova fama.

Mentre Ruth (Alison Brie) e Debbie (Betty Gilpin) si trovano coinvolte nella lavorazione quotidiana del fare un programma TV insieme, affrontano questioni che sono alla base della loro amicizia. Sam (Marc Maron) è ancora Sam, ma ora ha una figlia adolescente che vive con lui e venti episodi da sfornare. Il wrestling è più difficile, la posta in gioco è più alta e i capelli ancora più voluminosi.

Alison Brie era presente a Roma e ha commentato la popolarità della serie. “È davvero positivo. Tutti hanno qualcosa con cui possono relazionarsi “, ha detto. “Abbiamo 14 donne nello show”, ha aggiunto l’ex star di Community e Mad Men.

Leggete anche: la nostra recensione del pilot della prima stagione di GLOW, serie con Alison Brie

GLOW si inserisce, con la sua seconda stagione, in un momento in cui ci sono molti movimenti di empowerment femminile. “C’è stato un grande tempismo e quello che accade è allineato al nostro pubblico”, ha continuato. Ma, “Le storie che il nostro show avrebbe raccontato sarebbero state le stesse. MeToo e Times’s Up sono cose che la gente dice da tempo a porte chiuse nel nostro settore. Sono felice come attrice per l’andare al lavoro ogni giorno. Ci sono donne dietro e davanti alla telecamera ed anche nei ruoli manageriali a prendere decisioni. Fa una grande differenza sentirsi davvero visti e sentiti sul set ed essere padroni di se stessi ”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

 

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *