Home / Netflix / Black Mirror: la nuova stagione interattiva
bandersnatch Black Mirror

Black Mirror: la nuova stagione interattiva

In un mondo nel quale le innovazioni tecnologiche si susseguono senza sosta, alcune serie televisive cercano di mettere in risalto i problemi di un progresso scientifico portato avanti indiscriminatamente; tra queste, Black Mirror è una delle serie tv Netflix che affascinano di più il pubblico. E non solo per la qualità della sua narrativa, in grado di far immergere l’audience all’interno di storie a metà tra il reale e il fantascientifico, ma soprattutto per il modo in cui la serie denuncia l’incapacità dell’essere umano di porre freni etici a sviluppo e conseguente utilizzo dei sistemi tecnologici più avanzati.

Black Mirror è arrivata oggi alla quinta stagione e mostra la volontà di proporre al pubblico un’avventura ancor più coinvolgente. E lo fa insieme a Netflix, che continua ad evolvere senza sosta aprendosi a sempre nuovi orizzonti di innovazione. Un esperimento di cui può fruire il grande pubblico, visto che la piattaforma di streaming ha ormai raggiunto una penetrazione altissima di utenza, complice anche la facilità di utilizzo e l’agevolezza dei sistemi di abbonamento (e dei metodi di pagamento accettati, leggi qui recensioni di Hype)

Il finale che desideri
La personalizzazione dei contenuti è un processo che pian piano ingloba ogni aspetto del settore intrattenimento e se questo si è originato a partire dal web, oggi molti attori stanno investendo ingenti risorse per dare ad ogni utente la possibilità di personalizzare anche i contenuti di serie televisive e simili; un esperimento già conosciuto dagli internauti che sono soliti girare tra i video di YouTube e che oggi trova il suo massimo esempio proprio nella nuova stagione di Black Mirror 5.

Bandersnatch è l’episodio interattivo di Black Mirror creato insieme all’entourage di Netflix che, già in passato, aveva lavorato ad altre tipologie di serie interattive per bambini; l’idea di fondo è semplice per quanto innovativa: dalle cinque ore di pellicola che ognuno ha a disposizione, lo spettatore è chiamato a scegliere 40 – 180 minuti di intense emozioni, attraverso la selezione delle scene in particolari momenti della storia. In questo modo, l’audience potrà immergersi in una storia del tutto personalizzata e il cui finale viene deciso in base alle scelte effettuate dallo stesso spettatore.

Essere coscienti delle proprie scelte
La nuova tecnica messa a punto da Netflix e Black Mirror, la quale è stata resa possibile grazie allo sviluppo di particolari software, presenta caratteri fortemente innovativi sia in quanto è lo spettatore a decidere l’evolversi della storia e le scene da vivere, che soprattutto perché così facendo l’audience viene chiamata all’azione e ad abbandonare il suo ruolo di pubblico passivo. Come un videogioco, ma in modo ancor più profondo e cosciente, l’individuo prende attivamente parte al progresso scientifico ed alle conseguenze che questo comporta.

In una società nella quale la tecnologia man mano sostituisce ogni aspetto naturale dell’esistenza, coinvolgere l’audience all’interno di opere televisive e cinematografiche che denunciano il carattere spesso poco etico dell’innovazione, significa permettere a tutti di comprendere alcuni meccanismi spesso ignorati. La maggior parte di noi partecipa in modo passivo al progresso, ma non esiste tecnologia buona o cattiva: è l’uso che la società ne fa a determinarne il carattere positivo o negativo.

Innovazione alla portata di tutti
Black Mirror è una serie che negli anni ha vinto numerosi premi, proprio per la sua critica ad una società che non riesce ad arginare l’innovazione più sfrenata entro confini etici; non sorprende pertanto che dalla sua uscita su Netflix il 28 dicembre 2018, questa sia stata una delle serie televisive più viste sulla piattaforma. Proprio in virtù del grande successo di pubblico, Netflix ha successivamente incominciato a proporre altre serie che in egual modo cercano di dare a tutti gli strumenti necessari ad un’adeguata comprensione della società e del progresso scientifico presente e del prossimo futuro.

Dark, Osmosis e Stranger Things, soltanto per citare alcune delle prossime uscite Netflix che proporranno nuovi episodi nel corso del 2019, costituiscono tutte serie tv Netflix di grande successo grazie alle quali, similarmente a quanto succede nel momento in cui si guarda Black Mirror streaming su Netflix, poter comprendere alcuni degli aspetti più contorti di un mondo sempre più tecnologico e prendere così coscienza dei possibili sviluppi di quelle innovazioni che, se non utilizzate con cautela, rischiano di generare profondi disagi e problematiche esistenziali.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *