Home / Netflix / Better Call Saul: ecco il nuovo trailer della quarta stagione
Better Call Saul

Better Call Saul: ecco il nuovo trailer della quarta stagione

Better Call Saul, la serie spin-off di Breaking Bad, sta per tornare. In Italia lo farà ancora una volta su Netflix, dal 7 agosto, un giorno dopo la messa in onda negli Stati Uniti su AMC. Nell’attesa, il canale della tv via cavo americana ha rilasciato un nuovo trailer della serie che ha come protagonista l’attore Bob Odenkirk.

La trama della quarta stagione:

Nella quarta stagione di Better Call Saul, la morte di Chuck, il fratello di Jimmy, è il presupposto per la trasformazione dell’avvocato McGill in Saul Goodman. Dopo il decesso del fratello, Jimmy entrerà nel mondo della criminalità organizzata che metterà in pericola la sua professione di avvocato e anche la sua relazione con Kim. La morte di Chuck avrà degli effetti anche sul collega Howard e sulla stessa Kim. Nel frattempo, Mike avrà un ruolo centrale nella sicurezza della Madrigal Electromotive, quando il collasso di Hector Salamanca scuoterà il mondo sommerso della droga e il cartello, mettendo a serio rischio i piani di Gus che quelli di Nacho.

Il nuovo trailer mostra anche dei personaggi già visti nella serie madre come Lydia Rodarte-Quayle (Laura Fraser) e i cugini Salamanca, Leonel e Marco.

Qualche tempo fa il creatore della serie Vince Gilligan ha annunciato come la quarta stagione di Better Call Saul andrà a ricongiungersi con Breaking Bad. Ci saranno addirittura delle scene, a stagione avanzata, che si svolgeranno in contemporanea con gli eventi narrati nella serie con Bryan Cranston.

Ecco il nuovo trailer della quarta stagione di Better Call Saul:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *