Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Better Call Saul: arriva ufficialmente il rinnovo per la quarta stagione
Better Call Saul

Better Call Saul: arriva ufficialmente il rinnovo per la quarta stagione

AMC ha ordinato una quarta stagione di Better Call Saul, la serie di Vince Gilligan e Peter Gould, prequel di Breaking Bad, che ha come protagonista principale Bob Odenkirk. La terza stagione della serie, trasmessa in Italia da Netflix, si è conclusa questo mese e la prossima quarta stagione, da 10 episodi, arriverà nel 2018.

Better Call Saul, dove eravamo

La stagione appena conclusa ha visto l’avvocato Jimmy McGill (Odenkirk) che inizia lentamente la sua discesa nel personaggio di Saul Goodman. Jimmy si incammina per questa strada dopo la sospensione della sua licenza professionale, passando attraverso il culmine della faida con suo suo fratello maggiore (Michael McKean), legale di successo ma mentalmente instabile, un potenziale risarcimento che potrebbe renderlo ricco e l’avvio di uno studio legale con Kim (Rhea Seehorn).

Better Call SaulLa serie ha accumulato più di una dozzina di nomination agli Emmy per le sue prime due stagioni, tra cui miglior drama, miglior attore per Odenkirk e per l’altro ex di Breaking Bad, Jonathan Banks, che continua ad interpretare il meraviglioso Mike Ehrmantraut. Mike, in questa stagione appena terminata, si è trovato sempre più coinvolto nella lotta di potere tra Don Hector Salamanca (Mark Margolis) e Gus Fring (Giancarlo Esposito), il cui ritorno in video è stato uno degli eventi dell’anno.

“Amiamo poter supportare artisti che rispettiamo e ammiriamo, offrendo uno sviluppo dei personaggi veramente eccezionale e delle sfumature di drama ricche di svolte narrative, che continuano un’eredità di scelte creative audaci, fatte amando la scrittura che è la cosa migliore nel business: veramente, ‘S’all good, man,'” Ha detto Charlie Collier, presidente di AMC, SundanceTV e AMC Studios, annunciando il rinnovo.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *