Home / Netflix / 13 Reasons Why: nuovo trailer per la serie Netflix di Tom McCarthy
13 reasons why

13 Reasons Why: nuovo trailer per la serie Netflix di Tom McCarthy

Il suicidio di un adolescente è una tragedia, ma 13 Reasons Why suggerisce che qualcosa di più sinistro potrebbe essere accaduto al di la di questo semplice ma drammatico fatto.

13 Reasons Why

Il drama racconta la storia di Clay Jensen (Dylan Minnette), un giovane che torna a casa da scuola un giorno e trova un misterioso pacco abbandonato sul suo portico con il suo nome sopra. 13 reasons whyQuando lo apre, scopre una cassetta registrata dalla sua compagna di classe (nonché ragazza per la quale aveva preso una sbandata) Hannah Baker (Katherine Langford), una giovane ragazza che si è suicidata due settimane prima. Sul nastro, Hannah spiega che ci sono 13 motivi per cui ha deciso di porre fine alla sua vita.

La nuova serie di Netflix è un adattamento del romanzo young adult di Jay Asher e potete vedere di seguito nuovo trailer ufficiale.

Il lento svelarsi di ogni ragione rivela un grave problema al liceo di Clay, e la morte di Hannah sembra ora meno semplice e più un intricat omistero. Il trailer contiene anche gli spesso abusati effetti sonori che inducono la suspense.

I primi due episodi della serie ‘sono stati diretti da Tom McCarthy, che ha diretto il film drammatico vincitore del premio Oscar come miglior film Spotlight. Il drammaturgo, vincitore del premio Pulitzer, Brian Yorkey ha adattato il romanzo per il piccolo schermo.

Questo è il primo esempio dei progetti futuri di produzione di Selenza Gomez. La cantante e attrice è anche produttore esecutivo di un nuovo drama, ispirato alla sua vita e carriera al fianco di Kevin Spacey e Dana Brunetti, e creerà una versione “latina” di Empire, nel quale si racconterà la storia di una diciottenne destinata al successo. Quest’ultimo prodotto è destinato al canale young adult Freeform.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *