Home / News / Mosaic: Steven Soderbergh e HBO per una serie che sarà anche un app

Mosaic: Steven Soderbergh e HBO per una serie che sarà anche un app

Steven Soderbergh ha mantenuto un fitto mistero attorno al suo nuovo progetto, Mosaic, negli ultimi tre anni, ma HBO ha finalmente rivelato tutto, ossia quello che sarà un esperimento innovativo per questo regista che ha costruito la sua carriera proprio sugli esperimenti innovativi. Mosaic è fondamentalmente un thriller con al centro un omicidio che sarà presentato sia come app interattiva che come una serie limitata in sei parti (come vi avevamo anticipato un paio di mesi fa sul nostro sito).

Mosaic, la serie e l’app

Gli spettatori potranno scaricare gratuitamente l’applicazione a partire da novembre. La storia di Mosaic si concentra attorno all’omicidio di una celebrità chiamata Olivia Lake, e l’app includerà diversi storythreads relativi a tutti i diversi personaggi che gli utenti potranno scegliere scegliere di guardare come gli pare. godlessL’applicazione non avrà un inizio tradizionale, una parte centrale o un finale, ma presenta una manciata di scelte grazie alle quali lo spettatore potrà decidere autonomamente da dove e come iniziare.

La sinossi ufficiale recita: “L’applicazione Mosaic consente agli spettatori di scegliere il punto di vista da cui seguire la storia e, in effetti, costruire la propria esperienza navigando tra il materiale creato da Soderbergh. Le scelte che si fanno saranno rilevanti per il prosieguo della storia, andando a scegliere il filone di interesse e questo potrebbe anche portare a conclusioni diverse.”

Mosaic, il primo trailer dell’app (e un po’ della serie)

Soderbergh e la HBO porteranno in televisione anche una versione più tradizionale del racconto a partire dal gennaio 2018. Il cast comprende Sharon Stone, Garrett Hedlund, Frederick Weller, Beau Bridges, Paul Reubens, Jeremy Bobb e Maya Kazan. Qui sotto potete vedere il primo trailer (più per la app, effettivamente, ma alcune immagini sono relative, chiaramente, anche alla serie).

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *