Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / Manhunt: Unabomber, il trailer della serie con Worthington e Paul Bettany
unabomber

Manhunt: Unabomber, il trailer della serie con Worthington e Paul Bettany

Discovery Channel ha rilasciato il primo trailer di Manhunt: Unabomber, una nuova serie antologica incentrata sulla ricerca del famigerato e distruttivo terrorista omonimo. Vedremo Sam Worthington nei panni del detective che da la caccia al criminale, interpretato dall’attore britannico Paul Bettany. Manhunt: Unabomber sarà composto da 8 episodi e debutterà sugli schermi televisivi di Discovery Channel in agosto.

Manhunt: Unabomber: la trama

Manhunt: Unabomber racconta l’emozionante e drammatica storia vera della squadra dell’FBI che ha dato la caccia al più famoso bombarolo seriale della storia. La storia si focalizza sul personaggio dell’agente federale e profiler Jim ‘Fitz’ Fitzgerald, interpretato da Sam Worthington, noto per i suoi ruoli in Avatar e Hacksaw Ridge. Fitzgerald è rimasto nella storia per il suo uso pionieristico della linguistica forense per identificare e catturare Unabomber, nato Ted Kaczynski. Paul Bettany è l’interprete del temibile attentatore: tra i suoi lavori precedenti ricordiamo Captain America: Civil War, la serie di Avengers e A Beautiful Mind.
Al fianco di Bettany e Worthington nel cast di Manhunt: Unabomber troviamo Chris Noth, Jane Lynch, Mark Duplass e Keisha Castle-Hughes. Il primo episodio della serie verrà trasmesso il 1 Agosto da Discovery Channel.

Ted Kaczynski: da professore di matematica ad Unabomber

Theodore ‘Ted’ Kaczynski è un criminale, matematico, ex docente universitario e terrorista statunitense condannato per aver inviato numerosi pacchi postali esplosivi nell’arco di 18 anni. I suoi atti violenti hanno condotto alla morte 3 persone e hanno ferito, spesso irreversibilmente, 23 vittime. Il nome Unabomber nasce erroneamente a causa di alcuni giornalisti che, partendo dall’appellativo dato al terrorista dall’FBI UNABOM (UNiversity and Airline BOMber), hanno iniziato a scriverlo in questo modo. Circa le motivazioni che hanno spinto Kazcynski ad agire in questo modo criminoso non si sa molto, si sa per certo che però l’uomo aveva espresso più volte la sua avversione per a tecnologia, per lui male del mondo, che puntava a distruggere con i suoi atti violenti. La caccia all’uomo termina nel 1996, anno in cui viene arrestato nello stato del Montana.

Qui di seguite potete trovare il trailer di Manhunt: Unabomber

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: IndieWire

About Ilaria Coppini

25, ormai laureata in Letterature e Filologie Euroamericane, titolo conseguito solo per guardare film e serie TV in lingua originale (sulle battute ci sto ancora lavorando). Almeno un'ora al giorno per vedere un episodio la trovo sempre, e Netflix è ormai il mio migliore amico. Datemi del cibo e una connessione veloce e scatenerete la binge-watcher che è in me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *