Home / Netflix / Lost in Space: Netflix aggiunge al cast del remake Taylor Russell
lost in space taylor russell

Lost in Space: Netflix aggiunge al cast del remake Taylor Russell

Lost in Space, o meglio il remake della storica serie di fantascienza, è in lavorazione a Netflix e, ora, la produzione ha trovato il primo membro del cast: Taylor Russell. L’attrice che era una delle protagoniste di Falling Skies, interpreterà il ruolo di Judy, la figlia maggiore della famiglia Robinson.

Tale ruolo fu interpretato da Marta Kristen nella serie degli anni 60 e, in seguito, da Heather Graham nel film del 1998.

La Russell, a parte Falling Skies, ad oggi ha avuto solo ruoli minori in serie o film TV di scarso rilievo.

Lost in Space, il remake

lost in space taylor russellIl drama familiare abmientato in un racconto Sci-Fi è stato formalmente ordinato a serie, la prima stagione composta da 10 episodi, lo scorso giugno da Netflix, con la previsione di metterlo online nel 2018. La serie prenderà spunto dalla serie originale, nella quale venivano raccontate le avventure della famiglia Robinson, costretta ad una convivenza forzata date le circostanze. Le circostanze, chiaramente, erano di trovarsi in un viaggio intergalattico, ad anni luce dalla loro destinazione e costretti a fronteggiare un ambiente alieno e i propri demoni personali.

Il remake è un progetto creato e sviluppato da Matt Sazama e Burk Sharpless (Dracula Untold, Gods of Egypt), con Zack Estrin (Prison Break) come showrunner.

Le dichiarazioni di Netflix

Cindy Holland, vicepresidente con delega ai contenuti originali di Netflix ha dichiarato:

La serie originale era abilmente bilanciata tra drama e comedy, così da risultare particolarmente attraente per un vasto pubblico. La rivisitazione del team creativo ha in mente di fare appello ad entrambe i generi, così da ricollegarsi a tutti quelli che ricordano con affetto l’originale e in modo da creare anche una nuova generazione di appassionati.

Personalmente, devo dire che questo misto di drama, comedy, sci-fi, mi lascia un po’ perplesso, specie considerando il curriculum non certo di livello degli autori, ma confidiamo in Santa Netflix.

Fonte: TVLine

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *