Home / News / News Serie TV / Dai Comics alla TV / Legion: la scena post credits e il futuro di David Haller
legion

Legion: la scena post credits e il futuro di David Haller

ATTENZIONE: questo articolo contiene spoiler sul finale della prima stagione di Legion. 

Molte sono già le teorie che circolano a riguardo del destino di David Haller, dopo quella misteriosa scena dei post credits che ha scombussolato il finale della prima stagione di Legion.

La scena post credit di Legion

Come vi avevamo detto nella recensione della prima stagione, nel finale stagionale della serie creata da Noah Hawley, un’azione molto importante è accaduta dopo quello che molti spettatori pensavano fosse la fine della puntata. Come in molte altre serie e film parte del Marvel Cinematic Universe, Hawley ha incluso una sequenza dopo i titoli di coda, che ha anticipato qualcosa di quella che sarà la prossima avventura e ci ha lasciati con molte domande.

Nella scena, vediamo David (Dan Stevens) e Syd (Rachel Keller) in piedi su uno dei balconi di Summerland di notte, quando una sfera metallica, dalle dimensioni di una palla da baseball vola fino a loro. Nel caso in cui vi siate persi la scena la prima volta, vi facciamo vedere cosa è successo qui di seguito:

Quindi David non può prendersi una pausa e  godersi una nottata felice senza essere portato via contro la sua volontà di nuovo? Sappiatelo, se qualcosa inizia ad eseguire una scansione su di voi in modo casuale, scappate!

In una conference call con i giornalisti dopo il finale, Hawley ha rivelato che la sfera fosse in qualche modo collegata al cosiddetto “peacemaker” che la Division 3 aveva per le mani. Pertanto, l’alleanza tra quel gruppo, come promesso da The Interrogator (Hamish Linklater) ed i mutanti di Summerland potrebbe già essere in difficoltà non appena cominciato.

FX ha rinnovato Legion per una seconda stagione prima ancora che la prima si concludesse. Per la seconda annata, Hawley ha in programma di fare 10 episodi, aggiungendone quindi due agli otto della prima.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *