Home / News / Jordan Peele commenta il suo nuovo film Get Out al Producer By
Get Out

Jordan Peele commenta il suo nuovo film Get Out al Producer By

Il regista di Get Out, Jordan Peele ha commentato il successo del film durante una conferenza con Normal Lear al Producer By.

Un regista che si sente outsider

“Mi sono sempre identificato come un outisider, come qualcuno che non possiede un’identità precisa o una casa”, ecco come ha commentato genericamente Jordan Peele, il regista di Get Out, uscito poco tempo fa nelle sale.

get outIl film ha riscontrato un successo non indifferente e delle critiche positive. Dal momento che egli è figlio di una madre bianca e di un padre nero Peele si è sempre visto come un afro-americano e nel momento in cui ha iniziato a lavorare a Get Out ha sentito la responsabilità di creare “un film che fosse al servizio di un pubblico di colore, che non avesse mai avuto un tipo di trattamento simile”.

Get Out: un film senza precedenti

Nel momento in cui, nel 2008, si è messo a scrivere la sceneggiatura di Get Out, che avrebbe segnato effettivamente il suo debutto da regista, Peele ha confessato di aver pensato che nessuno avrebbe mai voluto realizzare il film… Per evitare lo spoiler, eviteremo di approfondire questo punto, invitando semplicemente ad andare al cinema a vedere il film in questione.

Se siete interessati e volete dare un’occhiata al trailer, cliccate qui.

Lo stesso Lear ha commentato l’effetto che il film ha avuto su di lui la prima volta che lo ha visto: “Mi sono sentito così coinvolto… L’ho visto con la mia famiglia e poi di nuovo al cinema. Non sono mai stato così toccato. Mi mancano le parole quando penso a quanto il film di quest’uomo mi ha colpito”.

Get Out: un film dell’orrore a tematica razziale

“Si tratta di un film dell’orrore. Volevo realizzare una scena spaventosa” ha ricordato il regista pensando a quando scriveva la sceneggiatura, “ e volevo fare di questa scena una delle più spaventose di tutte i tempi”. Per questo ha detto di essersi ispirato a Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme.get out

Nel raccontare l’esperienza di un giovane uomo presentato alla famiglia bianca della sua ragazza, Peele ha tratto anche ispirazione dal suo percorso verso il successo attraverso lo show televisivo. Quello che ha notato diventando sempre più famoso è che “non avevo ancora visto un film che esplorasse la paura di un’attenzione non voluta” e infine ha realizzato che questa poteva essere un’occasione per analizzare ulteriormente l’esperienza di un uomo di colore.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.