Home / News / Hitman: in lavorazione la serie tv tratta dall’iconico game
hitman

Hitman: in lavorazione la serie tv tratta dall’iconico game

Hitman, che mette in mostra la sua classica testa rasata, il tatuaggio con il codice a barre, il completo scuro e le doppie pistole tipiche dell’anti-eroe agente 47, è stato una presenza multimediale monumentale sin dal suo debutto nel videogame del 2000, generando diversi sequel e persino due adattamenti cinematografici. Tuttavia, il franchise presto farà il suo ingresso in un nuovo territorio, visti i piani di Hulu per un adattamento a serie televisiva.

Hitman arriva in streaming

La piattaforma streaming, in collaborazione con Fox 21, ha quindi intenzione di portare Hitman sul piccolo schermo, come riporta Deadline. hitman Affrontando il difficile compito di adattare il franchise di videogiochi blockbuster, specialmente dopo due (finanziariamente deludenti) tentativi di far successo al boxoffice, con Hitman del 2007 e Hitman del 2015: Agente 47, lo studio di produzione ha messo in campo uno dei pesi massimi del genere action contemporaneo, il Derek Kolstad, sceneggiatore e creatore del film d’azione del 2014, John Wick, e del sequel John Wick: Chapter Two e del pianificato terzo capitolo (troppa fantasia nei titoli) che uscirà nel 2019, John Wick: Chapter 3, che ha scritto il pilot e sarà produttore esecutivo.

Leggete anche: il trailer di Jack Ryan, nuovo show Amazon in arrivo a breve

Hitman è incentrato sull’agente 47, un assassino senza nome che inizialmente lavora per la segreta International Contract Agency (ICA), prendendo incarichi di omicidio per clienti di fascia alta. Hitman è nato per il suo lavoro, letteralmente, visto che è un clone geneticamente modificato, uno dei tanti, che manca di identità reale e sfoggia un tatuaggio identificabile con codice a barre sul retro della testa. Gestito, per conto dell’organizzazione, da Diana Burnwood, l’agente 47 è conosciuto come il killer più letale e più efficiente del gruppo. Però, ogni tanto, 47 affronta dei dilemmi morali che lo mettono in contrasto con quelli che lo controllano come una marionetta. Quindi, oltre alle uccisioni spietate, il franchise si fissa anche sui tentativi di auto-scoperta di 47.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Denofgeek

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.