Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / Gone: via libera alla produzione della serie con Chris Noth
gone

Gone: via libera alla produzione della serie con Chris Noth

Con l’avvio della produzione di Gone, da parte della NBCUniversal International Studios in collaborazione con la tedesca RTL e la francese TF1 raggiungiamo molti scopi: potremmo vedere questo drama procedurale, anche se probabilmente il prossimo inverno, assisteremo all’adattamento del romanzo di Chelsea Cain, One Kick, e soprattutto troveremo in un ruolo di protagonista l’ex attore di The Good Wife e Sex and the City, Chris Noth. La serie è stata creata da Matt Lopez (L’apprendista stregone).

Gone è il primo di una serie di prodotti nata da questa partnership internazionale che ha come scopo quella di produrre drama in stile americano per il mercato globale.

Gone, l’adattamento di One Kick

goneGone racconta la storia immaginaria di Kit “Kick” Lannigan, superstite di un famoso caso di rapimento di minori e Frank Booth (Noth), l’agente dell’FBI che l’ha salvata. Determinata a non essere di nuovo vittima, Kick si allena nelle arti marziali e nell’uso di armi da fuoco. La Lanningan scoprirà la sua vocazione quando Booth la convincerà ad entrare in una special task force da lui creata, dedita alla soluzione di casi che si centrano su rapimenti e persone scomparse. In coppia con l’ex ufficiale dell’intelligence militare John Bishop, Kick userà la sua sviluppata comprensione unica della mente di un predatore.

Diversi script già sono stati preparati per la serie, che è nel processo di creazione della writing room e verrà creata negli Stati Uniti con cast americano. RTL e TF1 trasmetteranno e distribuiranno lo show in Germania e Francia mentre la NBCUniversal si occuperà del resto della distribuzione internazionale concederà in licenza in Stati Uniti e nel resto del mondo. Il progetto non è stato ancora acquistato da alcun network americano.

La storia di Gone

Gone (allora intitolato One Kick), è stato originariamente sviluppato per la NBC nella stagione 2013-14 con Lopez alla scrittura dell’adattamento del libro di Cain. Il progetto poi si è arenato essendo mancato l’ordine per il pilot, ma la NBCU International Studios lo ha rianimato dopo la joint venture internazionale con RTL e TF1 l’anno successivo.

goneMichael Edelstein, Presidente di NBCUniversal International Studios e Alfano hanno trascorso gli ultimi 18 mesi lavorando con Lopez sulla riqualificazione del progetto.

“Questo è un tradizionale procedurale con una grande protagonista femminile, e sappiamo che i procedurals funzionano particolarmente bene con le donne”, ha detto Edelstein in un’intervista a Deadline. I produttori hanno identificato i ruoli chiave intorno a Kit come un’opportunità per attrarre grandi nomi di attori e sono stati in grado di ottenere la firma di Noth.

Ci sono script per altri quattro procedural drama attualmente in sviluppo presso lo studio ma non vi è alcuna pressione per ottenere che un’altra serie sia approvata, perché l’obiettivo è quello di procedere con uno show quando è pronto.

Da parte loro, i soci francesi e tedeschi sono convinti che i procedural possano avere un buon successo sul loro mercato, tenendo in considerazione che le poche serie americane che vanno bene in queste televisioni sono proprio quelle di questo settore. Inoltre, la compartecipazione come produttori, anziché arrivare dopo come meri distributori, può dargli la possibilità di incidere sullo sviluppo con tematiche anche più affini ai palati europei.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *