Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / Fever: Elisabeth Moss produttrice e star dell’adattamento televisivo
The Handmaid's Tale

Fever: Elisabeth Moss produttrice e star dell’adattamento televisivo

Elisabeth Moss ha un nuovo progetto: Fever. L’attrice, infatti, sta collaborando con BBC America e Annapurna Television per sviluppare una serie limitata che sarà l’adattamento del period drama Fever basato sul romanzo di Mary Beth Keane, con la Moss che sarà anche la protagonista. La stessa attrice (The Handmaid’s Tale, Top of the Lake, Mad Men) detiene inoltre i diritti per il romanzo e sarà quindi anche come produttrice esecutiva del progetto.

Fever, di cosa parla

feverFever racconta la storia della prima portatrice sana di febbre tifoide che divenne nota come “Tifoide Mary” mentre diffondeva il tifo attraverso la metropoli di New York, in piena espansione del primo Novecento.

La Moss ha acquisito i diritti originali del libro della Keane e ha inviato il materiale a Phil Morrison (Enlightened, Junebug), che ha firmato il progetto come direttore e produttore esecutivo. Robin Veith (The Expanse, True Blood) è attualmente alla base dell’adattamento e sarà anche produttore esecutivo a fianco di Moss, Morrison e Sue Naegle e Megan Ellison di Annapurna.

“Sono così onorata di lavorare con l’incredibile team di collaboratori che abbiamo messo assieme con Phil, Robin, BBC America e Annapurna. Non vedo l’ora di raccontare questa storia su una delle donne più famigerate d’America, “Tifoide Mary”, una donna la cui vera storia non è mai stata raccontata. Era un immigrata all’alba del nuovo secolo a New York, tempo di enormi cambiamenti e progressi in America. Era incredibilmente unica, ostinata, ambiziosa e ferocemente agguerrita contro ogni ingiustizia fino alla sua morte, quando visse i suoi ultimi giorni imprigionata in un’isola appena fuori dal Bronx. È incredibilmente complicata, ed è quindi un personaggio che amo interpretare” ha dichiarato la Moss.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *