Home / News / Ewan McGregor racconta la preoccupazione sul ritorno in T2 Trainspotting
Ewan McGregor

Ewan McGregor racconta la preoccupazione sul ritorno in T2 Trainspotting

Sono passati 21 anni da quando Ewan McGregor interpretava per la prima volta in Trainspotting il personaggio di Renton, 21 anni da quando il film è stato portato al cinema e ormai manca poco all’arrivo del sequel T2 Trainspotting. Eppure, nonostante l’entusiasmo di chi conosce e ha amato il primo film, l’attore ha confessato di aver avuto qualche preoccupazione in vista della sua nuova interpretazione…

Un ritorno non facile

Tutti gli attori, regista e sceneggiatori sono quelli originali del primo Trainspotting, riuniti per un sequel che verrà presentato in anteprima alla Berlinale 67. Tuttavia, tornare indietro non è stata una scelta facile, soprattutto per Ewan McGregor, che ha ammesso di aver avuto qualche titubanza all’idea di riprendere il personaggio di Renton. Infatti è passato molto tempo e temeva di non essere più sufficientemente scozzese per interpretare di nuovo il suo personaggio.

La preoccupazione di Ewan McGregor

Ewan McGregor in un’intervista a The Guardian, parlando della sua lunga e variegata carriera da attore ha fatto riferimento anche dell’esperienza di T2 Trainspotting. La storia del film comincia con il ritorno di Renton dopo 20 anni a Leith, Edimburgo. In effetti sembra proprio un riflesso della vita stessa di McGregor, che ha vissuto in Scozia inizialmente, ma dove ora ritorna raramente. Il cambio di vita lo ha reso un po’ ansioso riguardo all’interpretazione del suo personaggio, perché si sente in qualche modo meno legato alle sue radici scozzesi rispetto al 1996.Ewan McGregor

Mentre tornavo, mi sono sentito come Renton. Ho pensato “Diamine, non vivo in Scozia da quando avevo 17 anni”. Mi sono spostato a Londra per frequentare una scuola di recitazione e torno a casa ogni anno, perché i miei genitori sono lì, così come mio fratello e la sua famiglia e mi piace, ma non vivo lì e… tra tutti i personaggi scozzesi che ho interpretato, Renton è sicuramente il più scozzese di tutti. E dunque mi sono chiesto “E se non sono in grado di farlo? E se non fossi più abbastanza scozzese?

I dubbi di Ewan McGregor si sono poi dissolti, ma è comprensibile questo nervosismo, dopo 20 anni di distacco. Di sicuro non è stato facile riprendere la parlata di Renton, ma il fatto che – almeno negli spostamenti – la vita del personaggio rievochi quella dell’attore stesso è stato in qualche modo di aiuto.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Cinemablend

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.