Home / Netflix / Everything Sucks! la serie coming of age ambientata negli anni 90 di Netflix
everything sucks

Everything Sucks! la serie coming of age ambientata negli anni 90 di Netflix

Everything Sucks! è la nuova serie in arrivo a breve su Netflix. Se l’anno scorso erano tornati di moda in televisione i maglioni di ciniglia e Jenny Slate aveva reso i capelli crespi di nuovo fighi in Landline, sembra che la nostalgia degli anni ’90 non sia proprio finita e pure Netflix ci si butta dentro alla guida di una station wagon Volvo nel 1996.

Everything Sucks! data e trailer

everything sucksIl primo trailer di Everything Sucks! Promette un sacco di nastri VHS, flanella e battute sui CD, oltre ad un gruppo di pre-adolescenti che cercano solo di affrontare la noia della vita. Sembra un incrocio tra Stranger Things e Big Mouth; Everything Sucks! potrebbe essere la nuova comedy ad infilarsi in un (ormai abusato) trend.

Come riporta la sinossi ufficiale: “Ambientato nella città reale di Boring (noiosa, sic.), in Oregon nel 1996, Everything Sucks! È una storia strana e divertente che ruota intorno al A / V Club della Boring High School e al Drama Club: due gruppi di outsider nerd-edgy, che uniscono le forze per fare un film e sopportare il purgatorio noto come liceo “.

Leggete anche: la nostra recensione della premiere di The End of the F***ing World, coming of age decisamente anomalo

La serie vede la partecipazione di Peyton Kennedy (American Fable) e Jahi Winston (The New Edition Story) come studenti, con Patch Darragh (Sully, The Path) e Claudine Nako (Grimm) nel ruolo dei rispettivi genitori. La serie drammatica che sarà ruddivisa in 10 episodi, della durata di mezz’ora ciascuno, è stata creata da Ben York Jones (che ha co-scritto Like Crazy con Drake Doremus) e Michael Mohan (Save the Date), che saranno entrambi anche produttori esecutivi.

Everything Sucks! verrà distribuita da Netflix dal 16 febbraio. Qui di seguito potete vedere il primo trailer con la data di partenza:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *