Home / News / Il decalogo del regista di Darren Aronofsky
Darren Aronofsky

Il decalogo del regista di Darren Aronofsky

Al South by Southwest Festival Darren Aronofsky ha voluto esprimersi sul suo ultimo film mother!, cogliendo inoltre l’occasione per elargire qualche consiglio a quelli che aspirano intraprendere la carriera del regista.

I dieci comandamenti di Darren Aronofsky:

  1. Realizza solo un film che sei in grado di realizzare
  2. La perseveranza è il 90% del lavoro
  3. Lavora con la famiglia
  4. Fai i compitini prima di arrivare sul set
  5. Adatta alla realtà
  6. Non avere paura dei tuoi attori
  7. Non dimenticarti del tuo pubblico
  8. Adatta alla visione
  9. Libera il tuo bambino interiore
  10. Fottitene

Darren AronofskyEcco i consigli rivolti  ai registi emergenti di Aronofsky che dimostra di essere al passo coi tempi specialmente per quanto riguarda il fottersene:

“L’arte riguarda la rottura, specialmente oggi. Con tutta la merda che accade, non ci sono scuse nel fare film vuoti. Ora più che mai i giovani artisti hanno bisogno di rivolgere la loro attenzione verso l’amore umano, non la violenza umana. […] Non mettete mai una pistola nelle mani di una star del cinema. Non mettete una pistola nelle mani di nessuno ma, se potete, aiutatelo.”

L’approccio personale, e la rivendicazione di libertà nella creazione, possono essere ugualmente constatate sullo schermo.

Io sono in ogni mio film. Io sono The wrestel. La ballerina classica. Sono sia il personaggio di Jennifer Lawrence che quello di Javier Bardem. Sono ogni personaggio in ogni film.

All’occasione Aronofsky si è difatti espresso più esplicitamente sul significato di mother!, presentato a Venezia 74.

Attenzione: seguono spoiler per chi ancora non ha visto Madre!

Leggi anche le nostre impressioni e commenti su mother!

“Volevo fare un film sulla madre terra e su come la trattiamo. Il modo in cui vedo che la trattiamo è incredibilmente irrispettoso.”

Darren AronofskySe Jennifer Lawrence interpretava Madre Natura, allora Javier Bardem interpretava Dio – e non di certo nella sua versione evangelica e misericordiosa.

Ho consultato la Bibbia e come Dio è rappresentato nel Vecchio Testamento. Quel Dio, se non lo preghi, ti ucciderà. Che tipo di personaggio può fare ciò? Per me, non è altro che l’interpretazione delle emozioni umane

Inoltre, come la maggior parte dei registi parrebbe che Darren Aronofsky, non ami il fatto che il pubblico guardi i suoi lavori sul piccolo schermo.

Ho impiegato molto tempo a rendere mother! un’esperienza cinematografica a tutto tondo. Se lo guardi sullo schermo del tuo iPhone, farà schifo

Le modalità in cui il film viene visto è particolarmente rilevante, ha fatto notare Aronofsky poiché:

Non c’è colonna sonora nel film, c’è del sound design… Il suono è importante come l’immagine

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Anna Mistrorigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.