Home / News / Casual: il trailer della terza stagione della serie Hulu

Casual: il trailer della terza stagione della serie Hulu

Conclusasi la seconda stagione di Casual con (spoiler per chi non fosse in pari) una morte e un trasloco, la piccola famiglia della serie trasmessa da Hulu, torna a cercare di adattarsi ad una vita nuova che poi dovrebbe essere il famoso new normal. Il network ha rilasciato il trailer della terza stagione della comedy che ha come protagonisti Michaela Watkins, Tommy Dewey e Tara Lynne Barr.

Potete vedere il trailer qui di seguito:

Il trio è pronto a ribellarsi, andando alla ricerca di posti di lavoro, partner e passioni non realizzate. Saranno i protagonisti in grado di mantenere reciprocamente dei confini o torneranno nella confort zone della co-dipendenza? Nyasha Hatendi e Julie Berman saranno anche loro presenti in questa stagione, mentre le guest star di questa nuova annata includono Judy Greer, Katie Aselton, Chace Crawford, Jamie Chung, Eliza Coupe, Kyle Bornheimer e Zak Orth.

Casual e Hulu

casual (1)La serie prodotta da Lionsgate è diretta da Reitman. Il creatore Zander Lehmann, con Helen Estabrook e la showrunner Liz Tigelaar sono coinvolti come produttori esecutivi.

Dal suo lancio nel 2015, Casual è stata un pezzo fondamentale della programmazione originale di Hulu. La proposata di Hulu comprende anche serie come Difficult People, The Path e The Mindy Project (ripresa dopo la cancellazione broadcast).

Lo scorso anno, il dramedy ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe come miglior serie tv – musical o commedia. La seconda stagione di Casual ha attirato numerose guest star importanti tra cui gli attori di Mad Men Vincent Kartheiser e Eliza Coupe.

Ecco l’ultima key art creata per il lancio della terza stagione che esordirà la prossima settimana, per l’esattezza il 23 maggio sul servizio streaming Hulu in America:

Casual

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *